Ultime Notizie

Rimedi contro la pelle secca o stanca dopo l'inverno: maschere nutrienti, rivitalizzanti e riposanti

Avere una pelle favolosa è da sempre uno dei sogni di tutte le donne e, da qualche tempo, anche degli uomini che, sempre più attenti alla cura del corpo, fanno attenzione a prevenire e trattare inestetismi e imperfezioni. I segni della stanchezza sul volto sono difficili da eliminare e si manifestano con occhiaie livide, pallore, pelle secca, eruzioni cutanee. Una buona maschera preparata in maniera casalinga con ingredienti scelti e applicata con costanza e la dovuta calma che si richiede quando si utilizzano prodotti naturali, è un buon antidoto per rivitalizzare l'epidermide del viso. La preparazione di questi cosmetici fai da te è molto più semplice di quanto si possa pensare e gli ingredienti sono facilmente reperibili al supermercato e nelle erboristerie.


Affinché il trattamento produca i risultati desiderati, occorre innanzitutto scegliere quale sia il più indicato in base allo specifico tipo di pelle. In questo momento cruciale è importante tenere conto, oltre che del fototipo, anche delle situazioni contingenti in cui la pelle può trovarsi. In questo caso, se si è temporaneamente affetti da eritema o si è reduci da una scottatura, si applicherà un composto che possa venire incontro alle esigenze del caso specifico.

Maschera per la pelle secca – preparazione 5 minuti, tempo di azione 20/ 30 minuti.

Idratante. Chi ha la pelle che tende ad asciugarsi in fretta e non ritiene i liquidi, avrà accusato particolarmente il freddo dell'inverno, per cui è bene che riporti la cute alla sua natural morbidezza idratandola in profondità con un amalgama a base di panna da cucina (un paio di cucchiai) e miele (2 cucchiaini). Una volta mescolati gli ingredienti fono a rendere il composto omogeneo, spalmarlo uniformemente sul viso e lasciarlo riposare per almeno 20 minuti. Rimuovere con acqua tiepida.

Nutriente. È la maschera ideale per tutti i tipi di pelle, da applicare giorno per giorno con un trattamento costante e tonificante. Versare in una ciotola un cucchiaio di panna da cucina, uno di olio di mandorle ed un rosso d'uovo. Aggiungere una manciata di mandorle tritate talmente fini da ottenere una polvere sottile. Mescolare fino a rendere il composto omogeneo, stenderlo sul viso, e lasciarlo agire per 30 minuti. Rimuovere con acqua tiepida.
N.B.: coloro che hanno la pelle secca dovrebbero allungare i tempi di posa (40/ 45 min.). Coloro che hanno la pelle grassa dovrebbero ridurli (15/ 20 min.).




Maschera per la pelle stanca – preparazione 5 minuti, tempo di azione 30 minuti.

Rivitalizzante. Questa tipologia di maschera è utile per combattere i segni dello stress, il grigiore, la tensione e la mancanza di vitalità della pelle. In poche parole dona lucentezza ed elasticità alla cute tonificandola. Per preparala basta tritare finemente mezza carota e aggiungere 3 cucchiai di olio di ricino fino ad ottenere una pappa nutriente, da applicare uniformemente in volto e lasciare agire per circa 30 minuti.

Esfoliante. Serve a supportare il processo di generazione di cellule epiteliali nuove, agendo come un peeling naturale che elimina i residui di pelle morta e le impurità. E' ideale quindi per prevenire o curare l'invecchiamento precoce, nonché praticare una pulizia profonda. Versare un cucchiaio di farina d’avena e mezza mela grattugiata in un vasetto di yogurt magro bianco. Aggiungere il succo di mezzo limone e amalgamare fino a rendere il tutto uniforme. Spalmare la crema fai da te sul viso e lasciarla agire per mezz'ora. Risciacquare con acqua tiepida.

Considerazioni generali in base ai diversi tipi di maschera.
- La pelle, per quanto possa riscontrare delle caratteristiche uniformi, è diversa da persona a persona. Di conseguenza, anche i tempi di reazione ad un composto sono differenti. Quindi i tempi di posa variano e in generale si può dire che è bene allungarli se la pelle è secca, accorciarli se è grassa.

- Per rimuovere a fondo le maschere è bene usare una spugnetta da viso o un dischetto di cotone imbevuti nell' acqua tiepida, risciacquando poi con acqua fredda prima di tamponare definitivamente con della carta assorbente o l'asciugamano. Quest'ultimo passaggio donerà un effetto più tonico alla pelle.


Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.