Ultime Notizie

Sale a 35 il numero delle vittime degli attacchi a Bruxelles

Il numero delle vittime degli attacchi a Bruxelles di martedì 22 marzo è salito a 35 e si teme che atri feriti molto gravi possano fare aumentare ancora di più il bilancio di una giornata che è ormai diventata il simbolo di una tragedia non solo del Belgio, ma di tutta l'Europa.


Le indagini della polizia e delle forze di sicurezza e di intelligence del Belgio stanno andando avanti a tutto campo e si stanno scandagliando senza sosta quei quartieri periferici di Bruxelles come Molenbeek in cui si sono nascosti i jihadisti che hanno organizzato gli attentati del 13 novembre a Parigi e nella stessa capitale belga quattro mesi dopo.
È apparso evidente che in alcuni quartieri gli artefici di quelle atrocità hanno potuto godere di omertà e copertura da parte di altri componenti del loro gruppo e hanno potuto preparare gli ordigni che hanno falciato senza pietà molte vittime innocenti senza destare i sospetti delle forze dell'ordine.
Si cerca incessantemente l'uomo con il cappello ripreso dalle telecamere di sicurezza dell'aeroporto di Zaventem mentre trasporta un carrello con sopra una valigia piena di micidiale esplosivo; il terrorista doveva anche lui farsi esplodere ma all'ultimo momento non si sa per quale ragione ha cambiato idea e da allora è iniziata una vera e propria caccia all'uomo.


Finora i corpi identificati sono 28, mentre altri attendono ancora che venga dato loro un nome; i parenti delle vittime continuano la loro triste processione all'ospedale militare dove i corpi sono stati portati poco dopo gli attacchi.
In Place de la Bourse è nato un memoriale spontaneo fatto di fiori, foto e ricordi delle vittime in cui molti si recano a pregare e che neanche l'incursione di un gruppo di hooligans il giorno di Pasqua è riuscito a rovinare.


Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.