Ultime Notizie

Suffragette: per le donne che lottano ancora oggi

Suffragette è un melodramma dal tema universale diretto da Sarah Gavron con protagonisti Carey Mulligan, Helena Bonham Carter, Brendan Gleeson, Anne-Marie Duff e una breve ma intensa partecipazione di Meryl Streep.


Il dramma ripercorre la storia delle militanti del primo movimento femminista costrette ad agire clandestinamente in un mondo in cui le donne non avevano diritti e combattevano per conquistarli. Londra 1912, Maud Watts è una giovane donna che lavora nella lavanderia di Mr. Taylor, un uomo cattivo che abusa quotidianamente delle sue operaie. Alcune di loro combattono da anni al fianco di Emmeline Pankhurst (Meryl Streep) fondatrice della “Women’s Social and Political Union”. Le suffragette combattono unite per il diritto al voto ma sono ignorate dai giornali e dai politici; decidono così di passare alle maniere forti, boicottando le linee telefoniche, lanciando pietre contro vetrine e bombe in edifici rappresentativi. Maud diventa ben presto una delle più attive ma viene arrestata più volte e ripudiata dal marito che la caccia di casa. Rimasta sola e disperata, Maud trova una ragione di vita nella lotta politica e insieme alle altre suffragette ottiene l’attenzione del mondo per i diritti delle donne.


Sarah Gavron dirige un film asciutto, senza pietismi e descrive le suffragette per quello che erano: un gruppo di operaie militanti pronte a combattere nel vero senso della parola. La regista ha raccontato una storia che pochi conoscono e molti desiderano non ricordare. Si tratta di un film intimista che descrive la lotta delle donne umiliate e senza alcun diritto in una società maschilista. Abi Morgan, la sceneggiatrice del film, ha consultato archivi storici mostrando una realtà di fatti reali. Ne viene fuori un film verace che supera la rigidità del film in costume per diventare un film corale dalle connotazioni universali valide sempre per i diritti delle donne che ancora oggi, in molte parti del mondo, combattono per la loro libertà. 


Carey Mulligan è un’ottima protagonista e nel suo sguardo c’è tutto il messaggio del film. La regista mette in scena in maniera decisa i cambiamenti di un mondo che ha ancora bisogno di cambiare nei confronti delle donne. Il diritto al voto in Inghilterra avvenne nel 1918, in Italia 26 anni dopo, in Arabia Saudita è accaduto l’anno scorso, e questo dice tutto. C’è una lunga strada ancora da percorrere ma questo film a tema sociale va visto per capire bene la storia e per cambiarne il futuro.




Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.