Ultime Notizie

Infiltrazioni terroristiche nell'aeroporto di Bruxelles

Secondo un quotidiano belga che cita come fonti alcuni dipendenti dell'aeroporto di Zaventem, ora ancora inagibile dopo l'esplosione del 22 marzo, tra gli inservienti addetti allo scarico bagagli e alle pulizie ci sarebbero stati infiltrati del sedicente Stato islamico che hanno trascorso molto tempo a studiare lo scalo e preparare il campo per gli attentatori suicidi.


La polizia e gli addetti alla sicurezza dello scalo della capitale belga lamentano la mancanza di personale e di fondi, che sarebbero indispensabili per controllare i tantissimi lavoratori di un aeroporto grande come quello di Bruxelles, in cui in condizioni normali transitano ogni giorno migliaia di passeggeri di ogni parte del mondo.
I servizi di sicurezza dicono di avere più volte tentato di dare l'allarme su almeno 50 persone per sospetti legami con il mondo del terrorismo internazionale, ma di essere rimasti inascoltati fino al giorno degli attentati, quando sono finalmente iniziate le indagini su tutto il personale dello scalo aeroportuale.
Quasi tutti i 50 individui sospetti si erano recati in passato in Siria e l'ipotesi più probabile è che abbiano raggiunto i tanti campi di addestramento del Califfato nero presenti nel Paese mediorientale e si siano uniti così ai miliziani islamisti più radicali.
Mentre le indagini proseguono a tutto campo, continuano i test per capire quali sono i lavori da fare per ristrutturare l'area colpita dall'esplosione e se ci siano stati danni strutturali che potrebbero compromettere la stabilità del terminal.


Si pensa che oggi in tarda serata lo scalo potrebbe già essere riaperto al pubblico, anche se in modalità ridotta, e probabilmente per il check in sarà installata una struttura temporanea in attesa di ricostruire la parte del terminal che ospitava i banchi dell'accettazione passeggeri.
La società che gestisce l'aeroporto ha fatto sapere che sta collaborando attivamente con i vigili del fuoco e con le altre forze di sicurezza per far sì che nel nuovo scalo la sicurezza sia aumentata, senza comunque rallentare il traffico dei passeggeri.


Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.