Ultime Notizie

L'energia nucleare dopo Chernobyl

Questa settimana abbiamo tutti ricordato il trentesimo anniversario della catastrofe nucleare di Chernobyl, il più grave incidente nucleare della storia europea, le cui conseguenze si vedono ancora oggi e molto probabilmente continueranno ancora per moltissimi anni.


In seguito alla tragedia di Chernobyl il rapporto dei cittadini europei con l'energia nucleare è cambiato ed anche le autorità pubbliche hanno cercato in tutti i modi di rendere le centrali quanto più possibile sicure; da quel momento sono iniziati vari studi su come evitare il ripetersi di incidenti simili.
Le centrali di nuova costruzione hanno sistemi di sicurezza che, in caso di incidenti o calamità naturali, dovrebbero minimizzare il rischio di fuoriuscita di materiale radioattivo e quindi di contaminazione delle zone circostanti. A volte la forza della natura può mettere a dura prova la stabilità di una centrale, come si è visto a Fukushima, e per questo la ricerca per una maggiore sicurezza è più che mai importante.
In Europa il Paese con più reattori funzionanti è la Francia, in cui la ricerca sul nucleare non si è mai fermata e, dopo la catastrofe dell'aprile 1986, si studiano in continuazione nuovi metodi di costruzione e di sicurezza per il nucleare del futuro.
In Italia con un referendum poco dopo i fatti di Chernobyl si è deciso di uscire dal nucleare per sviluppare altre fonti di energia, considerate più sicure e con meno effetti negativi per la salute umana.


La più vecchia centrale nucleare d'Europa si trova in Svizzera, a Beznau, e gli abitanti della zona chiedono da tempo che venga chiusa per paura che la struttura non sia adeguata per fronteggiare le nuove minacce del mondo contemporaneo, come ad esempio l'infiltrazione e la manomissione da parte di terroristi.
La minaccia del terrorismo internazionale incombe come un macigno sulle centrali europee e non solo e, nonostante le misure di sicurezza rafforzate, la paura di un attacco terroristico a queste infrastrutture fondamentali per l'approvvigionamento energetico, ma allo stesso tempo molto delicate, resta molto alta.


Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.