Ultime Notizie

Palmira: scoperta una fossa comune con 25 cadaveri

Solo qualche giorno fa il mondo occidentale ha annunciato trionfante la liberazione di Palmira, uno dei siti d’interesse culturale più prestigioso del mondo, caduto per dieci mesi nelle mani dell’Isis. Il sollievo per la prima grande vittoria sul Califfato, tuttavia, ha avuto breve durata.


Alcuni giorni fa, durante le operazioni di bonifica e messa in sicurezza, è stata rinvenuta una fossa comune con venticinque cadaveri. Tra questi, quelli di due donne e tre bambini. La macabra scoperta è avvenuta nella periferia nord-ovest della città, nel quartiere di Masaken al Yahizia, ed ha cancellato il sorriso dai volti dei militari siriani e russi. Torturati e poi decapitati, gettati in una buca scavata per l’occasione, questi corpi sono stati condannati a restare senza nome, senza identità, senza neppure una preghiera. 


Questo l’orrore che l’Isis lascia dietro di sé al suo passaggio. Un esercito di uomini armati unicamente per causare morte e distruzione. Intanto, i militari proseguono il loro lavoro nel tentativo di disinnescare le numerose mine disseminate in tutta la città dai miliziani del Califfato, mentre gli archeologi dichiarano che, ad una prima stima dei danni, circa il 30% del sito archeologico è andato irrimediabilmente distrutto.


Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.