Ultime Notizie

Presentato nella capitale il nuovo progetto "Crescere a Roma"

Che fare per ottenere il bonus bebè? Sono ancora in tempo per iscrivere il mio piccolo alla scuola materna? Come scegliere il pediatra di famiglia o la baby sitter, che mi lascerà finalmente un po’ di tempo libero? Sono soltanto alcune delle domande, alle quali lo straordinario progetto “Crescere a Roma”, patrocinato dalla Regione Lazio, ha cercato di rispondere, pensando ad un aiuto concreto, anzi ad un vero e proprio “kit di sopravvivenza” per genitori e bambini da 0 a 12 anni.



Il DVD, che sarà distribuito in 10.000 copie gratuite negli studi medici pediatri aderenti alla FIMP Roma, aiuterà i genitori a muoversi nella “giungla” burocratica, sanitaria e ricreativa della capitale. A quasi due anni di distanza, reduci dal successo di Nascere a Roma, che era una guida di orientamento alla scelta dell’ospedale in cui partorire, la società di produzione Studiomaker di Sara Ricci e la Leeloo, società di comunicazione di Francesca Romana Gigli e Patrizia Notarnicola, tornano a lavorare insieme, con l’intento di informare, al meglio, le famiglie sulla vasta gamma di servizi e iniziative promosse dall’Urbe. In occasione della Settimana mondiale per l’immunizzazione 2016, ieri mattina, presso la Sala Di Liegro di Palazzo Valentini a Roma, è stato presentato il progetto, supportato dal Policlinico A. Gemelli, dalla FIMP (Federazione Medici Pediatri Italiani) e dalla FIDAL (Federazione Italiana di Atletica Leggera). All’atteso evento, moderato dal giornalista di Skytg24, Gianluca Semprini, sono intervenuti, tra i tanti presenti in sala: Rita Visini, assessore alle Politiche Sociali della Regione Lazio, la quale ha spiegato le misure del Pacchetto Famiglia, un piano regionale che con nuovi strumenti di assistenza, rimette al centro delle istituzioni l’importanza delle persone e delle loro necessità; le ideatrici Patrizia Notarnicola, Francesca Romana Gigli e Laura Ricci; il regista Luigi Rotondi, la dott.ssa Stefania Iannazzo, dirigente medico delle professionalità sanitarie, il dottor Costantino Romagnoli, direttore dell’Unità Operativa Complessa di Neonatologia del Policlinico Gemelli, Teresa Rongai, segretario della Federazione italiana medici pediatri e il dott. Dino Ponchio della FIDAL (Federazione Italiana di Atletica Leggera).



Durante la presentazione sono state proiettate anche alcune parti del dvd (costituito da cinque divertenti e pratici capitoli: “Mamma mia … Salvami dalla burocrazia!”, “Crescere Sani”, “Pronto soccorso”, “Alimentazione e stili di vita” e “La città dei bambini”), che è stato definito dallo stesso regista Luigi Rotondi come un naturale seguito dei contenuti extra del precedente Nascere a Roma, in cui vi era una sorta di guida, che suggeriva ai neogenitori come comportarsi nei primi mesi di vita del neonato. La giornalista Francesca Romana Gigli ha, ironicamente, presentato il progetto come un’alternativa al Dottor Google, al quale purtroppo la stragrande maggioranza degli Italiani si rivolge continuamente, senza pensare ai rischi e alle conseguenze che l’uso massiccio del web talvolta  comporta. Crescere a Roma, al contrario, si avvale di un personale altamente qualificato e autorevole, che mira ad occuparsi dell’educazione alimentare e più genericamente dello stile di vita del bambino. “Naturalmente non potevamo non suggerire ai genitori come far divertire i più piccoli in una grande città come Roma, perché anche il tempo libero gioca un ruolo fondamentale nella formazione dei nostri figli!” ha spiegato una delle ideatrici, Laura Ricci. Il progetto è stato, infatti, realizzato con l’appoggio di Cinecittà Si Mostra, Centrale del Latte di Roma, PAM Panorama e del Bioparco di Roma, che sono soltanto alcuni per altro dei luoghi raccontati nell’ultima parte del DVD, che vede protagonista il giovanissimo esploratore Leonardo. Accanto a queste aziende, tante altre, tra le quali FORD, Novo Nordisk, Sanofi Pasteur MSD, perché la forza di Crescere a Roma sta proprio nella collaborazione di più enti specializzati, che insieme hanno contribuito, mettendo in campo le singole potenzialità e capacità, per garantire ai bambini le opportunità migliori per il proprio sviluppo. Perché pensare ai più piccoli, rispettandone però i dovuti tempi di crescita, significa gettare basi sane e forti per il nostro futuro, affinché quest’ultimo non sia, non dico malandato, ma nemmeno troppo assonnato. “Un’iniziativa a misura di bambino”, come l’ha chiamata la produttrice e giornalista Patrizia Notarnicola, cui seguirà un altro ambizioso progetto, già in cantiere, destinato ai genitori degli adolescenti romani, che ci fa piacere condividere con i nostri lettori.


Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.