Ultime Notizie

Situazione esplosiva nel campo profughi di Idomeni

Dopo il caos e le proteste dei giorni scorsi, nel grande campo profughi di Idomeni (Grecia) sembra tornata la calma, anche se nell'aria si respira ancora tutta la tensione che ha trasformato una tranquilla domenica in una vera e propria guerriglia.


Due giorni fa per tutto il giorno ci sono state proteste e violenti scontri tra alcuni migranti che volevano forzare la frontiera tra Grecia e Macedonia e la polizia macedone che ha sparato granate assordanti, gas lacrimogeni e proiettili di gomma verso la folla che tentava invano di attraversare le barriere di confine. Ci sono stati alcuni feriti, per fortuna non gravi, sia tra i poliziotti macedoni, sia tra i migranti e tutti sono stati prontamente medicati sul posto; alcuni bambini hanno riportato ferite al volto causate dai proiettili di gomma e altre persone hanno lamentato alcune fratture.
Ci sono stati anche alcuni casi di intossicazione dovuti ai gas lacrimogeni che sono stati trattati dai medici e dai volontari dell'ospedale da campo allestito dall'organizzazione umanitaria Medici senza Frontiere.


I profughi del campo di Idomeni sono più di 12mila e vivono in estremo disagio in condizioni igieniche disastrose e senza il minimo necessario per un'esistenza dignitosa; cibo e medicinali sono pochi e molto spesso scarseggiano, con il risultato che tra gli abitanti del campo sono tanti i casi di dissenteria e vomito, e sono tornate anche alcune malattie che si credevano scomparse da anni.
Con i nuovi accordi di rimpatrio forzato stretti tra Unione Europea e Turchia, sono molti coloro che ormai hanno perso la speranza di vedersi riconosciuto lo status di rifugiato politico e non hanno altra alternativa se non quella di tornare in Turchia e poi di nuovo nei loro Paesi d'origine; la maggioranza ha accettato la nuova situazione senza lamentarsi, ma alcuni non vogliono arrendersi e cercano ancora in tutti i modi di arrivare in Germania o in nord Europa.


Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.