Ultime Notizie

Una petizione per abolire l’orale alla maturità

Dopo il primo scritto di Italiano, la seconda prova diversa per ciascun indirizzo di studio e il quizzone che verte su tutte le materie... a cosa serve il colloquio finale? E' causa di forte ansia in tutti i maturandi e può andare male indipendentemente dalla preparazione del singolo candidato. Aboliamo questa prova?


È questo il testo della petizione lanciata su Change.org da Studenti.it e indirizzata proprio alla redazione del portale dedicato agli studenti con appunti, tesine, traduzioni, consigli, quiz ed approfondimenti. L’abolizione della prova orale – il temuto colloquio  con la commissione degli esami di stato – è stata già al centro di diatribe e notorietà sulla rete confermandosi sempre una bufala come nel caso della propaganda, qualche anno addietro, al fantomatico Decreto Legge  959/2013: “L’allievo, già formato per 5 anni precedenti dal nucleo degli insegnanti, non necessiterà di ulteriore verifica delle sue capacità culturali ed educative. La sua idoneità al conseguimento della Maturità verrà stabilita in base all’esperienza scolastica completa, ovvero verranno evitati equivoci tipici dello stress in sede di esami, stato psichico deleterio e solitamente aggravato dalla presenza di membri esterni giudicanti che non conoscono la storia del singolo individuo”; fantomatico proprio perché non esiste. È ancora presto per parlare di risultati ma sulla rete tutto viaggia veloce e tutto diventa popolare in men che non si dica e anche la notizia della petizione – ricordiamo indirizzata a Studenti.it e non al MIUR o altri organismi istituzionali – ha sturato diverse posizioni. Su Facebook c’è chi si chiede: “Ma se dopo le superiori (i maturandi, ndr) volessero proseguire gli studi come pensano di affrontare gli esami universitari? Mandando WhatsApp vocali? Devono sapersi rapportare con le persone, relazionare e argomentare”; chi ricorda per esperienza personale l’importanza della prova orale come strumento di compenso ad eventuali contestazioni delle prove scritte; chi si dichiara allibito e reputa una idiozia questa proposta e chi molto briosamente propone di abolire anche le interrogazioni in quanto “causa di stress”. Tra i sostenitori della petizione, invece, c’è chi ritiene che gli insegnanti dopo cinque anni di percorso formativo siano in grado di giudicare “senza ulteriori esami orali che vanno a stressare lo studente”.


Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.