Ultime Notizie

“Cambierai”, la prima consultazione pubblica sulla RAI

La Convenzione tra lo Stato e la Rai è in scadenza, la nuova bozza dovrà essere approvata entro il mese di ottobre. Attraverso un questionario predisposto del Ministero dello Sviluppo Economico con la collaborazione tecnica dell’Istituto Nazionale di Statistica (ISTAT), gli italiani, per la prima volta, e per 45 giorni, potranno esprimere il proprio parere sul servizio pubblico radiofonico, televisivo e multimediale.


Il questionario è strutturato in 36 domande concentrate su diversi temi: dall’utilizzo delle risorse da canone e pubblicità alle nuove abitudini di consumo dei programmi tv; dalla dimensione internazionale della Rai al rapporto con l’industria dell’audiovisivo; dalla presenza sulle nuove piattaforme all’alfabetizzazione digitale; dall’indipendenza dell’informazione al rapporto con pubblica amministrazione, scuola e mondo del sociale.  Per partecipare al questionario è necessario cliccare sul sito www.cambierai.gov.it dove - inoltre - è possibile visionare le proposte dei 16 tavoli tecnici convocati lo scorso aprile a Roma e distribuiti in 4 micro-aree: Sistema Italia, Industria creativa, Digitale e Società italiana. 


A luglio l’ISTAT analizzerà i risultati che saranno raccolti in un documento di sintesi per accompagnare la nuova bozza di Convenzione. “Per troppo tempo il tema della riforma del servizio pubblico radio-televisivo è stato monopolio degli addetti ai lavori – ha dichiarato il sottosegretario alle Comunicazioni Antonello Giacomelli - l’obiettivo di questa consultazione, invece, è di dare la parola innanzitutto al cittadino che paga il canone, unico vero azionista del servizio pubblico. I risultati ci consentiranno di definire meglio i nuovi doveri del servizio pubblico radio-tv”. 

Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.