Ultime Notizie

Mantenersi in linea con pochi accorgimenti


Mantenersi in linea è una preoccupazione costante e infima. Soprattutto quando la pasta la si vuole almeno una volta al giorno, quando la tattica del bere acqua prima del pasto non funziona e quando le torte – soprattutto quelle soffici, colme di crema dolce – non possono mancare per ogni occasione – fosse anche l’onomastico del vicino di casa di nostra cugina. Si gioisce per la dieta riuscita, poi ci si rituffa in proteine, carboidrati e grassi e quando ci si rende conto della gravità della situazione si capisce che per i successivi due mesi bisognerà mangiare carote e lattuga. Anche a colazione.
Ma c’è un decalogo da seguire per tenersi in forma senza soffrire troppo?
Uno studio di Rena Wing della Brown University (Providence), condotto su 599 giovani tra i 18 e i 35 anni, dimostra che ci sono dei piccoli accorgimenti per evitare i chili in eccesso.
Pare che i ventenni e i trentenni rischino più di tutti di accumulare chili in eccesso: chilo dopo chilo – accumulati per il faticoso passaggio dallo studio e da un tipo di vita più “tranquillo” alla vita lavorativa con matrimonio, figli e vicissitudini varie – si passa dalla pancetta al sovrappeso senza nemmeno rendersi conto.


La ricerca, pubblicata su LAMA Internal Medicine, chiarisce cosa fare.

1) Pesarsi ogni giorno aiuta a capire quanto sto tenendo sotto controllo la mia alimentazione. Inoltre è stato ampiamente dimostrato che conoscere il proprio peso costantemente aumenta i benefici di una eventuale dieta.
2) Parcheggiare lontano dal proprio posto di lavoro aiuta a fare qualche passo in più.
3) Cercare di non usare l’ascensore fa sì che si facciano le scale, toccasana per il nostro fisico.
4) Eliminare o ridurre i condimenti esagerati farà sì che l’alimentazione, senza subire particolari e sostanziali cambiamenti, favorisca la perdita di peso.  Spesso le salse sono fin troppo elaborate, o c’è una quantità di zucchero smisurato: semplificando un po’ le ricette potremmo vedere dei benefici subito.
5) Quando c’è già un abbondante sovrappeso, bisogna aumentare anche i tempi dell’attività fisica: 50 minuti al giorno – uniti a una dieta ipocalorica – sono utili per eliminare il problema intaccandolo alla radice.

Il rischio di ingrassare, dice lo studio, si dimezza dopo solo tre anni di questi accorgimenti.

Cabras Federica


Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.