Ultime Notizie

Preparare la pelle all'abbronzatura in primavera: i segreti della tintarella perfetta


L'estate si avvicina, e sebbene le attuali condizioni meteorologiche un po' bislacche facciano percepire solo a sprazzi che siamo al principio della stagione calda, si sa che il sole è dietro l'angolo ed è bene preparare la pelle alle prime esposizioni. Anche se non si va in spiaggia o sui prati per la tintarella, i raggi UV illuminano costantemente la terra e di conseguenza filtrano attraverso i nostri tessuti. Gli esperti addirittura ritengono bisognerebbe applicare sempre un filo di protezione, ma siamo pigri e abbiamo poco tempo, dunque in pochi riescono a seguire effettivamente questo consiglio. Sarebbe opportuno, quanto meno, preparare la pelle all'abbronzatura con degli accorgimenti saltuari che rientrano nell'assunto “prevenire è sempre meglio che curare”.


Scrub e peeling un mese prima dell’esposizione per due volte la settimana. In inverno la pelle è più secca e impura. Le cellule morte si accumulano creando uno spessore invisibile sulla superficie esterna dell'epidermide così che la pelle respira a fatica e l'abbronzatura attecchisce difficilmente. Peeling esfolianti e trattamenti all’acido glicolico sono il rimedio contro il deposito di cellule vecchie e predispongono la cute al contatto con i raggi solari. Questo trattamento vale, ma con poca efficacia, nel caso dell'esposizione ai laser delle lampade abbronzanti, che sono molto più potenti dei raggi normali e concorrono all'invecchiamento precoce della pelle (causa di tumori).



Crema solare fai da te. Una crea senza tossine e agenti chimici da applicare quotidianamente è un buon espediente per allenare la pelle al sole. Si può fare con le proprie mani usando ingredienti naturali. Basta scaldare a bagnomaria ¼ di tazza di olio di cocco insieme ad una manciata di mandorle ed un cucchiaio di cera d'api, farli sciogliere ed amalgamare poi con oli essenziali di cocco, vaniglia e semi di pompelmo (10 gocce). Versare il liquido in una ciotola ed aggiungere 5 cucchiaini di ossido di zinco puro (da maneggiare con cura evitando di inalare). Scaldare in un pentolino a parte un bicchiere di tè verde con tre cucchiai di aloe vera e aggiungere il tutto al composto precedente. Profumare con altre essenze e fragranze in olio e conservare la miscela all'interno di un contenitore chiuso riposto in un luogo fresco. Se si porta in spiaggia, travasare in un contenitore ed applicare dopo il bagno perché non è impermeabile all'acqua.

La tintarella inizia a tavola. Per avere una pelle scura e dorata è importante prestare attenzione all'alimentazione. Una dieta ricca di vitamine A, C, D ed E sollecita la produzione di melanina, il pigmento che determina la colorazione della pelle, degli occhi e dei capelli. Per chi mangia cibi di derivazione animale è importante integrare anche con il betacarotene (retinolo) presente nelle uova, nel fegato e nei formaggi.


Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.