Ultime Notizie

La Svizzera inaugura il tunnel ferroviario più lungo del mondo

Via oggi all’inaugurazione del tunnel ferroviario Gottardo in Svizzera, il più lungo al mondo con i suoi 57 km. Superando in lunghezza il tunnel di Seikan in Giappone ed il Tunnel della Manica che collega la Francia con la Gran Bretagna, il Gottardo si classifica come uno dei più grandi successi della tecnica degli ultimi decenni. Attraversato dalla linea ad alta velocità, l’imponente galleria svizzera collegherà le città di Bodio ed Erstfeld, rappresentando una cruciale via di comunicazione tra il nord ed il sud Europa che agevolerà i trasporti di merci e persone tra Rotterdam nei Paesi Bassi e Genova in Italia. 




Sostenuta da un referendum popolare nel 1992, la costruzione del Gottardo è durata 17 anni, per un costo complessivo di 11 miliardi di euro (12,2 miliardi di franchi svizzeri), ed è stata finanziata con apposite tasse sul carburante, sui pedaggi autostradali per veicoli pesanti e con un prestito che lo Stato federale svizzero si è impegnato a restituire entro i prossimi 10 anni. L’obiettivo era quello di creare un trasporto alternativo a quello su ruote, in maniera da ridurre anche l’apporto di inquinamento atmosferico. Il progetto è stato accolto con favore anche dalle associazioni ambientaliste e si prevede, per i prossimi anni, una riduzione drastica del trasporto su ruote a vantaggio di quello su rotaie, con benefici sia per l’ambiente che per il turismo. A partire da dicembre, mese in cui tutti i servizi entreranno pienamente in funzione, ogni giorno la lunga galleria sarà percorsa da 260 treni merci a 100 km/h e 65 treni passeggeri a 200 km/h. Si stima che il tempo di percorrenza del tunnel per i viaggiatori sarà di 17 minuti e che la distanza tra Milano e Zurigo sarà coperta in 2 ore e 40 minuti contro le 3 ore e 40 minuti attuali. Da sottolineare che i lavori sono stati consegnati perfettamente nei tempi e rispettando il budget previsto. Anche in questo caso, la Svizzera ha dato prova di quell’efficienza organizzativa che da sempre la contraddistingue e la rende un modello per gli altri Stati Europei.
“Per noi, conquistare le Alpi è un po’ come la conquista degli oceani da parte degli olandesi nel passato”, commenta il direttore dei trasporti federali Peter Fueglistaler. Ed infatti si tratta di un’operazione di scavo senza precedenti: 28 tonnellate le rocce estratte. Ingegneri e lavoratori si sono dovuti confrontare con temperature che, data la notevole profondità sotto la superficie terrestre (2,3 km), hanno toccato i 46°C. Non solo. Gli addetti ai lavori sostengono di avere incontrato, durante il processo di scavo della galleria, ben 73 tipi di rocce diverse, da quelle più dure e granitiche a quelle più soffici e granulose quasi quanto lo zucchero. 9 sono, invece, i lavoratori morti durante la costruzione.
Ad attraversare per primi la galleria saranno il presidente francese Francois Hollande, la cancelliera tedesca Angela Merkel ed il premier italiano Matteo Renzi, che sono oggi accorsi in Svizzera per prendere parte al viaggio inaugurale.


Anna Rita Santabarbara

Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.