Ultime Notizie

Le parole abbandonate: "Riscontro"

RISCONTRO (ri·scón·tro)

Due tra le maggiori preoccupazioni relative all’italiano di oggi riguardano la limitazione della competenza lessicale dei parlanti, dovuta all’uso di massa della lingua, e la penetrazione di anglicismi. Le due questioni sono ben rappresentate dal caso della parola riscontro. Il termine ha molti significati, ed è impiegato in vari contesti tecnici.


Nel Grande Dizionario della lingua italiana, De Mauro lo inserisce tra le circa 2700 parole di “alto uso”, note alle persone di media istruzione. Quando usato in generale, riscontro ha due significati principali: 
1) "verifica, controllo" ("conferma" nel lessico giudiziario e giornalistico), 
2) "risposta inviata al mittente a conferma del ricevimento di una lettera".
Quanto e come si usa oggi questa parola? Rarissima nel parlato (3 occorrenze sulle quasi 490000 parole della BADIP), ha attestazioni nello scritto in quotidiani e periodici (dati COLFIS), limitate però ad argomenti specifici (cronaca, economia). Si può trovare a conclusione di una lettera nella frase fissa in attesa di un riscontro, anche se ne avvertiamo la maggiore formalità rispetto alla più comune risposta; e si può usare in ambito didattico, per segnalare un confronto formativo tra docente e studente, che viene però più frequentemente indicato con l’inglese feedback. In passato, invece, la parola era molto più diffusa, e ad esempio in un corpus di lettere ottocentesche di semicolti (CEOD) se ne trovano 94 casi. A quanto pare, dunque, la presenza nel nostro vocabolario di parole più comuni e la concorrenza di anglicismi più efficaci stanno rendendo discendente la parabola d’uso di riscontro. Questa riduzione è in corso. Il termine può allora essere inserito tra quelli in via d’estinzione, da tutelare e rilanciare se non si vuole rischiare di considerarlo, non tra molto, una “Voce Antica”. 

Eugenio Salvatore

Profilo dell'autore: 
Eugenio Salvatore insegna linguistica italiana presso l'Università per Stranieri di Siena. Si occupa di lessicografia, italiano dei semicolti e italiano contemporaneo. 




Articolo a cura di Cristina La Bella

Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.