Ultime Notizie

ONU: le torture contro gli yazidi costituiscono genocidio

Secondo un rapporto della commissione d'inchiesta delle Nazioni Unite sui crimini di guerra, lo sterminio della comunità yazida da parte degli uomini in nero del sedicente Califfato è genocidio e quindi un grave crimine di guerra.

Nelle zone a maggioranza yazide finite sotto il controllo dello Stato islamico gli appartenenti alla minoranza etnica hanno dovuto subire abusi di ogni genere e molti sono stati brutalmente assassinati; molte donne sono state violentate e vendute come schiave e i bambini sono stati mandati in campi di addestramento in cui è stato fatto loro un vero e proprio lavaggio del cervello. Gli yazidi sono la minoranza etnica che sta pagando il prezzo più grande di questa lotta contro il terrorismo internazionale perché risiede in alcune zone di Iraq e Siria in cui è molto forte la presenza dei miliziani islamisti e perché, pur tra molte difficoltà, ha sempre cercato di lottare contro i fanatici dell'ISIS.
Il portoghese Paulo Pinheiro, presidente della commissione d'inchiesta ha detto: “Il genocidio è in corso, perché gli abusi dell'ISIS su uomini,donne e bambini yazidi costituiscono genocidio, crimini di guerra e crimini contro l'umanità. Dal primo giorno dell'attacco a Sinjar fino ad oggi l'ISIS ah tentato con veemenza di sradicare gli yazidi con omicidi, schiavitù sessuale, riduzione in schiavitù, tortura, trattamenti inumani e degradanti e trasferimenti forzati, causando danni fisici e mentali di assoluta gravità”.
Sono ancora 3200 le donne ed i bambini yazidi in mano all'ISIS e si spera di poterli presto liberare, anche se la battaglia contro lo Stato islamico si preannuncia ancora molto lunga.


Pinheiro chiede che i colpevoli del massacro degli yazidi vengano deferiti al Tribunale Penale Internazionale oppure che venga istituita una Corte ad hoc e che si elabori al più presto un piano di salvataggio apposito per la comunità yazida.

Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.