Ultime Notizie

Svegliarsi di buon umore: un paio di consigli

Avete presente quella fastidiosa sensazione che ci avvolge quando stiamo facendo un bellissimo sogno – il Principe Azzurro o una brioche al cioccolato – e la sveglia suona, trillando senza pietà e ricordandoci che se vogliamo pagare la bolletta – ma sì, proprio quella che giace mesta sulla credenza da un mese e mezzo – dobbiamo alzarci e lavorare? Ci stiamo girando e rigirando, dolcemente, tra le calde coperte che tutta la magia svanisce, tutto l’incanto evapora. Si assume il piglio di una iena in un periodo di magra, si mette fuori un piede e poi, solo dopo dieci minuti, l’altro. E si inizia.
Ma è sempre così? Svegliarsi antipatici e con immenso rancore verso il mondo è una costante?


Pare di no: ci sono dei consigli per fare sì che si metta il piede giusto fuori dal letto, la mattina. Perché, si sa, chi si sveglia felice – una razza in estinzione, ormai – avrà una vita piena di soddisfazioni.
Cerca di prenderti per la gola: prepara già dalla sera prima una ricca colazione che ti dia lo sprint giusto. Se sai che giù ti aspetta un semplice caffè è un conto, ma se sai che c’è frutta, pane, formaggio, cioccolato o latte tutto sarà più facile. Il languorino tipico del risveglio faciliterà le cose.
Non chiudere le tapparelle del tutto: pare che la luce aiuti il corpo a svegliarsi in modo naturale. Quindi, se un raggio di sole inizierà a solleticare il tuo corpo sin dall’alba, il trillo della sveglia non sarà quel doloroso trauma che così bene conosciamo.
Metti la sveglia lontana dal comodino: solo così sarai certo di alzarti. Aiuta anche mettere una canzone che ami o una che fa venire voglia di ballare.
Spalanca la finestra appena ti alzi: una sferzata di aria fresca è proprio quello di cui si ha bisogno.
Fai una doccia calda: contrariamente a ciò che comunemente si pensa, un bel getto d’acqua calda rilassa e fa sentire bene. Ancora meglio se la fragranza è quella che ci piace.
Punta prima la sveglia: in questo modo sarai sicuro di riuscire a terminare tutto ciò che ti eri prefissato di fare.
La sera prima prepara ciò che ti serve: vestiti e borsa pronti daranno un’idea di calma, di organizzazione e ciò è utile per tenere alla larga lo stress.
Crea un rituale: qualcosa che ti faccia sentire bene, insomma. Non importa cosa è: può essere la colazione fatta in un certo modo o una meditazione particolare.
Medita sull’importanza di ciò che hai, soprattutto se è un periodo stancante. Magari hai un figlio piccolo o stai terminando gli studi: devi pensare a quanto questo periodo sia faticoso ma soddisfacente.
Crea sempre nuovi stimoli: gli adulti, a differenza dei bambini, trovano difficoltà ad alzarsi perché manca quel qualcosa di elettrizzante, di inebriante per sorridere alla nuova giornata. Ma basta poco: un progetto, un sogno. Basta solo creare le condizioni affinché si avveri.
E adesso: buona giornata!

Federica Cabras

Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.