Ultime Notizie

Amicizia, quando l’omofobia si nasconde dietro una parola innocente

Lo scorso weekend due giovani ragazze genovesi hanno trovato la morte in un tragico incidente autostradale mentre si recavano in vacanza. Nei giorni seguenti alcune associazioni LGBT hanno posto l’accento su come diverse testate giornalistiche, nel riportare la notizia, avessero descritto le due ragazze come semplici amiche, quando invece erano legate da un sentimento più profondo, tanto che da qualche tempo avevo deciso di convivere.


Questa importante osservazione è tuttavia passata abbastanza inosservata, come se si trattasse di un peccato veniale, una svista da poco. Invece dietro l’innocente parola “amicizia” in questo caso si nasconde il pregiudizio. Certo non si tratta dell’omofobia violenta, che tutti sono pronti a condannare, quanto di quella bon ton, socialmente accettata.
Questa omofobia strisciante è talmente diffusa nel nostro Paese che in alcuni casi porta le stesse persone ad autocensurarsi. Infatti, purtroppo, non è affatto insolito che persone omosessuali stentino a dichiararsi e magari, per prudenza o paura, preferiscano definire il proprio partner come un semplice amico.


Il problema quindi non attiene soltanto ai mass media ma è molto più radicato nella nostra società, per questo meriterebbe un’attenta e profonda riflessione. L’omofobia dovrebbe essere condannata sempre e non distinta a seconda che si manifesti in maniera sfrontata o discreta.
L’ipocrisia che si cela dietro tale discriminazione è ancor più inaccettabile oggi che il nostro Paese ha finalmente fatto un, seppur piccolo, passo avanti nel riconoscimento delle unioni tra persone dello stesso sesso. Evidentemente occorre colmare ancora un grande gap culturale e quindi tenere sempre a mente che le parole sono importanti, anche se apparentemente innocenti come “amicizia”.

Delia Peccetti

Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.