Ultime Notizie

Trema il Centro-Italia, scossa di terremoto 6.0. Morti e feriti sotto le macerie

Un forte sisma ha colpito questa notte l’Italia centrale causando morti e diversi feriti. Le vittime accertate fino adesso sono 21 (268 al 26 agosto, ndr): 11 nel Lazio, 6 ad Accumuli e 5 ad Amatrice (in provincia di Rieti), e 10 nelle Marche, a Pescara del Tronto (in provincia di Ascoli Piceno). Diverse sono le vite incastrate tra le macerie e sfortunatamente il bilancio delle vittime e dei feriti va a crescere; molteplici sono le persone disperse. Alcune zone delle cittadine sono impossibili da raggiungere dato che questo avvenimento “è paragonabile, per intensità, a quello dell’Aquila”, secondo quanto affermato dal capo del dipartimento Protezione Civile Fabrizio Curcio.


La matrice di tale catastrofe è la prima scossa, la più forte, di magnitudo 6.0, registrata alle 3.36 con epicentro nei pressi di Accumoli, provincia di Rieti, a 4 chilometri di profondità. Durante le ore successive ne sono state registrate diverse persino a Roma e in altre zone del centro Italia. 
Sono degli scenari apocalittici quelli che si osservano nei comuni di Pescara del Tronto, Accumoli, Assisi, Norcia e Castelsantangelo sul Nera in cui occhi terrorizzati, coperte di lana e bambini popolano le piazze dei paesi in attesa delle prime tende e viveri. Molti turisti sono stati ospitati in alcune strutture alberghiere limitrofe che hanno fornito tè caldo e plaid per trascorrere la notte in un luogo sicuro.
Questa la testimonianza dei redattori dell'ANSA giunti ad Amatrice immediatamente dopo il sisma. "Il sistema di protezione civile è pienamente efficiente, vi sono difficoltà a raggiungere alcune località ed è stato già attivato il Genio militare. Le prestazioni sanitarie sono assicurate", ha spiegato il capo della Protezione Civile.
Mobilitato l'esercito per far fronte all'emergenza terremoto. Una componente del sesto reggimento Genio di Roma, con mezzi speciali, è partita verso le zone colpite dal sisma. Squadre della Scuola Interforze per la Difesa Nbc di Roma sono già in prefettura, a disposizione delle autorità, insieme ad un ufficiale di collegamento. 


Dall'Abruzzo sono partiti per soccorsi e sopralluoghi 35 tecnici del Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico (CNSAS). Alcune squadre sono dirette verso le Marche, altre verso la parte interna del Lazio, in particolare verso la provincia di Rieti. Delle squadre fanno parte unità cinofile e medici anestesisti e rianimatori. All'Aquila è operativa la base dell'elisoccorso a Preturo. Facebook ha attivato il suo servizio "Safety check", che consente agli utenti di segnalare che sono in sicurezza in caso di pericolo (ANSA).

I NUMERI PER L'EMERGENZA
Protezione Civile: 800840840
Sala operativa Lazio: 803555

Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.