Ultime Notizie

Difficoltà nel ricordare il giorno della settimana: un problema diffuso

Vi è mai capitato di svegliarvi convinti che fosse martedì, salvo poi rendervi conto che era mercoledì? O, peggio, aprire gli occhi con il sorriso sulle labbra per la certezza che fosse domenica, e poi realizzare che bisognava muoversi perché in realtà era lunedì e il lavoro – la sveglia è lì, pronta a ricordarcelo – attendeva impaziente? Tranquilli, è una situazione normalissima, molto più diffusa di quanto non si creda.



In realtà è più facile confondere i martedì, i mercoledì e i giovedì che gli altri giorni. Accade che si associ una determinata sensazione a un determinato giorno… ecco che il lunedì è visto con astio, malumore, svogliatezza, mentre il venerdì – e in generale tutto il fine settimana – con allegria, sensazione di libertà, leggerezza: questi due giorni, poiché associati a emozioni forti negative e positive, sono meno facili da “confondere”.
Ma non si può certo dire lo stesso dei barbosi giorni al centro della settimana. Sempre uguali, raramente sono differenziati l’uno dall’altro… ecco perché il nostro cervello si perde. All’Università di Lincoln, in Gran Bretagna, è stato condotto, da Davis Ellis e dalla sua equipe di ricercatori, uno studio. 


A ben 1200 persone è stato chiesto di associare alcune parole a determinati giorni della settimana; come prevedibile, al lunedì sono stati associati termini come “noioso”, “stanco”, mentre al venerdì “liberazione”, “party”, “libertà”. Inoltre, ben un terzo dei partecipanti ha percepito di trovarsi in un giorno diverso da quello reale – da tenere in considerazione che tra questi il 40% ha proprio sbagliato dì – con una percentuale più alta di errore nei giorni al centro della settimana, quelli più monotoni, meno caratterizzati.

Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.