Ultime Notizie

Turista italiana muore in Egitto: ipotesi suicidio

Una donna italiana di quarantuno anni che alloggiava all'Hotel Conrad de Il Cairo, poco lontano dalla famosa Piazza Tahrir, è stata trovata senza vita in strada alle prime luci dell'alba. Il quotidiano locale Egypt Today avrebbe ricevuto in forma anonima una foto del corpo della donna, poco dopo il ritrovamento.



Troppi dubbi
Secondo le prime indagini sul posto, la donna si sarebbe lanciata dal balcone della sua camera dell'albergo al diciassettesimo piano perché soffriva di una forte e profonda depressione, anche se le circostanze del tragico evento non sono ancora del tutto chiare. Sembra che la posizione del corpo faccia escludere il suicidio, ma per ora le notizie sono frammentarie e tutte le ipotesi rimangono aperte; per avere la conferma di una delle piste in campo bisognerà aspettare le fine del lavoro degli investigatori egiziani. Anche il nostro Ministero degli Esteri per ora non si sbilancia, ma ha diramato una nota in cui confida nel buon lavoro delle autorità egiziane e spera che la verità venga a galla il più presto possibile.
La cosa che lascia non pochi dubbi sul possibile suicidio della donna è la dinamica della caduta perché il corpo avrebbe superato anche una recinzione prima di atterrare sulla strada in una posizione sospetta.


Questa donna è il secondo caso di un nostro connazionale che perde la vita in Egitto; poco tempo fa era stato trovato senza vita il ricercatore Giulio Regeni che era in Egitto per completare la sua tesi di dottorato sui sindacati egiziani. Ancora oggi le circostanze della morte del giovane non sono del tutto chiare e sembra sempre più verosimile che siano stati i servizi segreti egiziani a torturare il ricercatore, per poi abbandonarlo senza vita in un quartiere periferico de Il Cairo.
Le autorità egiziane stanno collaborando con i gestori dell'hotel per arrivare alla verità e stanno visionando tutte le riprese delle telecamere a circuito chiuso; dopo i recenti attentati il turismo in Egitto è in crisi profonda e il governo de Il Cairo vuole assolutamente evitare un nuovo caso Regeni che farebbe crollare ancora di più quello che fino a poco tempo fa era il settore di punta dell'economia.

Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.