Ultime Notizie

Juncker e il suo secondo discorso sullo stato del'Unione

Questa mattina davanti al Parlamento europeo riunito per l'occasione in seduta plenaria, Jean Claude Juncker ha rivolto all'assemblea il suo secondo discorso sullo stato dell'Unione Europea.



I punti fondamentali del discorso
Quella appena passata è stata davvero una estate rovente per le istituzioni comunitarie che si sono trovate di fronte a problemi molto gravi come l'emergenza terrorismo e la crisi migratoria e alla sorpresa della vittoria del Leave nel referendum britannico che ha dato il via alla Brexit con tutte le incognite che ne derivano. Il discorso di Juncker ha toccato un po' tutti i punti fondamentali della politica comunitaria e si è soffermato a lungo sulle nuove strategie per fronteggiare il terrorismo internazionale.
Sulla crisi dei rifugiati Juncker ha ribadito che l'Unione Europea si impegnerà per garantire aiuto e protezione a chi ne ha bisogno e per rendere più efficaci i controlli sugli spostamenti tra gli Stati membri: “ Per quanto riguarda la crisi dei rifugiati, abbiamo cominciato a vedere solidarietà. Sono convinto che ci sia urgente bisogno di maggiore solidarietà, ma che debba essere su base volontaria, che debba venire dal cuore perché la solidarietà non può essere imposta”.


Juncker ha comunque ribadito che la solidarietà e l'accoglienza non possono andare a scapito della sicurezza e per questo ha proposto un nuovo sistema integrato per il monitoraggio degli spostamenti di chiunque entri in Europa.
La Brexit è stata un colpo durissimo per l'Unione Europea, e questo Juncker lo ha ammesso, ma ha anche chiesto alla Gran Bretagna di fare presto a presentare la lettera formale di uscita dal progetto comunitario che darà il via ai negoziati per stabilire le nuove relazioni tra Londra e Bruxelles. Le recenti vittorie dei partiti euro scettici in alcuni Stati membri non sono da sottovalutare, ma secondo Juncker non possono essere considerati un segnale di disgregazione dell'Unione.
L'Unione Europea non è in gran forma attualmente. Molte cose sono cambiate e non in meglio. Alcuni recentissimi sviluppi indicano che in certi ambiti siamo di fronte ad una crisi esistenziale dell'Unione Europea”, ha commentato Juncker. 

Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.