Ultime Notizie

Banane, cioccolato e caffè trainano il mercato equo e solidale

Fare la spesa può diventare un atto di consapevolezza se si scelgono determinati tipi di prodotti. Negli ultimi tempi il mercato dell'equo solidale è cresciuto, facendo registrare nel corso dell'anno passato delle ottime performance: uno dei marchi più noti di questo settore, Fairtradenel 2015 ha venduto per 99 milioni di euro (in media una famiglia spende oltre 8mila euro all'anno al supermercato) registrando un +10% rispetto all'anno precedente. 


L'organizzazione internazionale si pone l'obiettivo di garantire condizioni di vita e di lavoro adeguate agli agricoltori dei Paesi del Terzo mondo ed è riuscita a mettere in commercio, attraverso il canale della grande distribuzione, alcuni prodotti, tra cui le banane coltivate in zone sottosviluppate particolarmente apprezzate dai consumatori finali. Questi alimenti sono presenti sugli scaffali di molte catene di supermercati non solamente nel reparto ortofrutta, ma anche in quelli del cioccolato e del caffè: la presenza della merce equo solidale nella grande distribuzione rappresenta il raggiungimento di un traguardo per le aziende di questo settore, in genere relegato a un mercato di nicchia.

Nonostante la buona crescita di questo settore, l'Italia è ancora lontana dai numeri della Svizzera in cui la spesa annuale pro-capite di prodotti equo solidali è pari a 47 euro, mentre nel Belpaese è di un euro e sessanta centesimi: il mercato elvetico si dimostra quindi più ricettivo e aperto ad articoli di questo tipo anche per via delle tante iniziative a sfondo morale che si sono diffuse di recente sul web.


Il settore dei prodotti eticamente certificati è abbastanza recente e solo da un paio d'anni è stato presentato sul mercato solidale italiano Altromercato, un circuito nato per distribuire prodotti del genere che attualmente offre una scelta abbastanza ampia (60 specie di derrate) per rispondere alle esigenze di una domanda che cerca qualità e prezzi accessibili. Una tendenza che sta prendendo piede e dimostra l'attenzione dei compratori verso la sostenibilità e la solidarietà.

Odette Tapella

Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.