Ultime Notizie

Camomilla: proprietà e benefici

La camomilla (Matricaria recutita) è una pianta della famiglia delle Asteraceae. Conosciuta fin dall'antichità per le sue notevoli proprietà, si tratta di una pianta aromatica a portamento cespuglioso che non supera in genere i 50 centimetri nelle forme spontanee, mentre nelle varietà coltivate può arrivare agli 80 centimetri.



Diffusa in Europa e in Asia, cresce spontaneamente nei prati e in aperta campagna, non oltre gli 800 metri, e diventa spesso invadente comportandosi come pianta infestante delle colture agrarie. È una specie rustica che si adatta anche a terreni poveri e acidi.
La camomilla ha proprietà antispasmodiche, rilassa il tono muscolare per la presenza di flavonoidi, è un ottimo rilassante utile in caso di crampi muscolari, cattiva digestione, colon irritabile, spasmi muscolari e dolori mestruali. Essa favorisce la digestione, è poi un antinfiammatorio naturale grazie al suo olio essenziale (bisabololo) infatti è utilizzata come rimedio lenitivo, calmante, decongestionante. in tutti tipi d’irritazioni dei tessuti esterni e interni: dermatiti, ferite, ulcere, gastrite, congiuntivite, riniti, irritazioni del cavo orale, gengiviti e infiammazioni urogenitali.
Inoltre la pianta è utilizzata con successo anche come antidolorifico in caso di mal di denti, sciatica, mal di testa, mal di schiena e cervicale. Questo grazie agli acidi organici (acido salicilico, acido oleico, acido stearico) e ai lattoni, che gli conferiscono virtù antiflogistiche simili a quelle del cortisone.


Recenti studi hanno dimostrato anche gli effetti ipoglicemizzanti, utili per abbassare il livello di zuccheri dal sangue, in quanto inibisce la trasformazione del glucosio in sorbitolo, responsabile, quando in eccesso, dei danni agli occhi, reni e cellule nervoso, che si riscontrano nelle persone che soffrono di diabete.
La camomilla è un ottimo rimedio anche per gli occhi stanchi, rossi, o in presenza di congiuntivite, per purificare la pelle e per cicatrizzare le ferite.
L'assunzione e l'utilizzo della camomilla non ha particolari controindicazioni, gli unici effetti collaterali che possono verificarsi sono collegati ad eventuali reazioni allergiche dovute alla presenza di lattoni sesquiterpenici nella pianta.

Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.