Ultime Notizie

Germania, disastrosa esplosione allo stabilimento BASF

Lo stabilimento BASF nella cittadina tedesca di Ludwigshafen, poco lontano da Francoforte, è stato teatro di una devastante esplosione che ha sprigionato in aria una lunga colonna di fumo nero.



Tragedia chimica
Gli abitanti della cittadina si sono molto spaventati per il boato dell'esplosione e per la possibile presenza di sostanze altamente tossiche nel fumo di un colore nero intenso. Le esplosioni sarebbero state almeno due, a poca distanza l'una dall'altra, di cui una in corrispondenza di un porto usato per il carico e lo scarico delle navi che trasportano i materiali chimici tossici ed infiammabili.
Per il momento il tragico bilancio dell'esplosione sarebbe di un morto, sei feriti e alcuni dispersi e forse anche un vigile del fuoco sarebbe stato gravemente ferito mentre tentava di fare evacuare i dipendenti dell'azienda, ma si teme che quasi sicuramente il numero delle vittime aumenterà nelle prossime ore.


Subito dopo l'esplosione la BASF aveva diramato un comunicato stampa in cui veniva spiegato che era stata aperta una indagine interna per capire le cause delle esplosioni e che per precauzione erano stati chiusi 14 stabilimenti del gruppo in Germania; nel comunicato veniva chiarito che non c'era il pericolo di fuoriuscita di sostanze tossiche. In questi ultimi minuti i vigili del fuoco hanno chiesto a tutti gli abitanti della zona di chiudere porte e finestre e di spegnere tutti i condizionatori d'aria: è ormai assodata la presenza di sostanze tossiche nel denso fumo nero e le autorità tedesche stanno facendo isolare l'area vicina al luogo della deflagrazione.
Gli esperti in contenimento delle minacce chimiche dei Vigili del fuoco stanno facendo i primi rilievi, ma il rogo non è ancora stato totalmente spento ed è pericoloso avvicinarsi anche con le tute protettive.

Le indagini per capire come e perché sono avvenute le esplosioni sono in corso e appena sarà possibile avvicinarsi di più alla zona colpita verranno fatti tutti i rilevamenti del caso. 

Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.