Ultime Notizie

Mosul, le forze governative entrano in città

Le forze governative irachene, insieme alle milizie sciite e curde di supporto, sono entrate in città e si preannuncia una lunga battaglia contro i miliziani in nero del sedicente Stato islamico che ancora sono presenti in città.



La vigilia della grande battaglia
I militari dell'esercito regolare iracheno sono entrati a Mosul dal popolare quartiere di Karama e stanno lentamente avanzando verso il centro della città, anche se lungo il percorso devono fronteggiare i cecchini e le trappole esplosive lasciate lungo le strade dai jihadisti. Ogni casa deve essere perquisita e bonificata perché all'interno gli islamisti hanno lasciato piccole bombe artigianali in libri, quaderni, televisioni, elettrodomestici e persino nei giocattoli dei bambini.
Lo scopo dell'ISIS è rallentare il più possibile l'avanzata delle forze governative e mietere vittime anche tra i civili che tentano di riappropriarsi delle loro case e dei loro effetti personali: bonificare definitivamente tutte le case sarà una operazione lunga e molto complicata dato l'altissimo rischio che uno degli ordigni possa esplodere nelle mani degli artificieri.


Prima di tutto la bisognerà allontanare circa un milione di civili attraverso appositi corridoi umanitari, e bisognerà pensare a dare a queste persone la dovuta assistenza in campi profughi con personale appositamente formato. La seconda fase della riconquista di Mosul consisterà nella ricerca e nella cattura dei circa tremila jihadisti ancora asserragliati in città e sarà la parte più complicata perché di certo i miliziani in nero del sedicente Califfato non si arrenderanno senza combattere.
Per distogliere l'attenzione dalla catastrofica situazione a Mosul l'ISIS sta compiendo una serie di devastanti attentati nelle città di Kirkuk e Anbar dove stanno anche trattenendo come ostaggi e scudi umani circa settemila civili: in queste località la vita della popolazione civile è drammatica e le ricchezze storiche e artistiche del luogo sono distrutte in nome di una visione distorta dell'Islam.
La battaglia di Mosul si preannuncia lunga e forse molto più complicata di quelle che hanno portato alla riconquista di Palmira e Falluja e come sempre saranno i civili a pagare il prezzo più alto. 

Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.