Ultime Notizie

Francois Fillon vince le primarie della destra, primo leader per l'Eliseo

Il primo leader per la corsa all'Eliseo è Francois Fillon che ha vinto le primarie della destra. Fillon ha sconfitto l'ex presidente Nicolas Sarkozy e subito dopo Alain Juppé. Il vincitore ha commentato dicendo: "Ha vinto la Francia della verità e dell'azione".
Francois Fillon non è un uomo venuto dal nulla, anzi ha un certo passato politico, è stato Primo ministro sotto la presidenza di Nicolas Sarkozy. Oltre il 60% avrebbe votato per Fillon e, secondo gli ultimi sondaggi, ha vinto con una percentuale pari al 69,5% staccando così l'altro candidato.


Per quanto riguarda la sinistra invece è il caos. Il Primo ministro Manuel Valls non escluderebbe di candidarsi contro il presidente Hollande nelle prossime primarie di gennaio. Una decisione avvenuta a seguito della candidatura dell'ex ministro Macron, suo rivale nel governo che ha deciso di candidarsi senza passare per le primarie. Non si sa cosa avverrà il 10 dicembre, data in cui potrebbe ricandidarsi Hollande, e dopo le primarie del 22 e 29 gennaio. In questo caso Valls resterà ugualmente capo del governo o ci sarà un rimpasto? Si prevedono brutte giornate per la maggioranza, in ogni caso la sinistra rischia di morire. La strada per l'elezione del nuovo Presidente francese è ancora lunga, fino a maggio e quindi ci potranno essere anche nuovi colpi di scena.
Non dimentichiamoci del Front National. Marine Le Pen tenterà la scalata all'Eliseo e in quel caso sarebbe una vittoria del populismo e anche il caso della prima donna Presidente alla guida della Francia. Chi vuol vincere dovrà giocarsi bene le sue carte.



Se sarà eletto, Francois Fillon attuerà un programma "da lacrime e sangue": 110 miliardi di tagli alla spesa pubblica, oltre 500mila funzionari pubblici che verranno mandati a casa, aumento dell'Iva per finanziare 40 miliardi di sgravi alle imprese. Una terapia mai tentata prima da nessuno e con cui Fillon spera di ottenere la libertà dell'economia francese e abbassare sotto il 7% il tasso di disoccupazione. Riguardo invece all'Europa, egli sogna il ritorno del potere agli Stati con "L'Europa delle nazioni" e immagina una Schengen della giustizia, per espellere qualsiasi straniero che commette un reato. Fillon vuole rafforzare l'euro con un governo economico fondato da presidenti e capi di governo degli Stati che aderiscono all'unione monetaria.
In politica estera Fillon è filorusso e amico di Putin già dai tempi in cui era premier; vuole che vengano tolte le sanzioni alla Russia per l'annessione della Crimea; probabilmente sarebbe ben disposto ad un asse, oltre che con Putin, anche con il nuovo presidente americano Donald Trump, per cui simpatizza.
Sull'immigrazione il leader del centrodestra propone di stabilire delle quote attraverso un referendum consultativo. Sui temi sociali è invece tradizionalista. Di fede cattolica, è contro l'aborto anche se ha promesso che non cambierà la legge che lo permette. Fortemente contrario alle unioni gay, vuole limitare al massimo la possibilità di adozione alle coppie omossessuali.

Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.