Natale, consumi stabili rispetto al 2015 - Prima Pagina on line

Prima Pagina on line

L'informazione come unico grande bisogno

Post Top Ad

Natale, consumi stabili rispetto al 2015

Share This
Prevista una sensibile crescita dei consumi per il prossimo Natale. Sono già stati diffusi i primi dati relativi alle prospettive di spesa degli italiani nel periodo delle festività: l’Osservatorio nazionale Federconsumatori ha pubblicato le stime che riguardano gli acquisti per i regali del 2016 che dovrebbero essere un po’ più consistenti di quelli dello scorso anno, con un +0,9%. 


Il budget per i doni ad amici e familiari rimane piuttosto basso, attorno ai 125 euro, una spesa contenuta che riflette il perdurare della crisi economica e il fatto che la ripresa del mercato italiano è ancora lontana: comunque questo periodo rimane uno dei più importanti per il commercio nazionale con un giro di affari di oltre tre miliardi di euro. Le compere natalizie vengono effettuate a ridosso delle feste con poco anticipo e soprattutto usando internet dove si possono trovare numerose offerte vantaggiose. 


Dati leggermente diversi sono invece stati divulgati da Deloitte, società che si occupa di statistiche e di sondaggi, in particolare quello sulle spese di Natale. Il campione di intervistati, 6.500 persone in nove Paesi dell’Europa (Italia, Belgio, Danimarca, Germania, Grecia, Polonia, Portogallo, Russia e Spagna) ha dichiarato che spenderà poco meno dello scorso anno per i doni e più precisamente 517 euro in media per gli europei (524 nel 2015) e 614 per gli italiani (invece di 620) con una variazione negativa rispettivamente dell’1,3% e dell’1%. In Italia il budget destinato alle ricorrenze natalizie rimane ancora abbastanza alto, di poco inferiore solamente a Danimarca e Spagna. 

Post Bottom Ad

Pagine