Ultime Notizie

Un'agricoltura proiettata al futuro con il progetto "Made in rete"

Sinergia tra le aziende e progetti condivisi stanno alla base di "Made in rete", la nuova associazione del settore agroalimentare che si pone come punto di aggregazione e informazione per le imprese che operano nell'agricoltura e dei prodotti da portare in tavola. Un'iniziativa fortemente voluta da Confagricoltura che dal 2012 si impegna a creare un network in cui offrire procedure semplificate e mirate allo sviluppo del comparto agroalimentare. 


"Made in rete" ha ottenuto fin da subito un buon riscontro, registrando oltre tremila contratti stipulati per un totale di 15.443 imprese coinvolte in tutte le regioni d’Italia e soprattutto in Lombardia, Emilia Romagna, Toscana, Veneto, Lazio, Puglia; a sostenere il progetto non solo aziende del settore primario, ma anche quelle dei servizi, industria e artigianato, pesca, commercio e turismo. Un modo per far crescere e rendere maggiormente competitivo l'ambito agroalimentare che supera così i confini tra i vari comparti per creare un vero e proprio network di realtà in grado di realizzare un moderno e innovativo sistema che razionalizza i costi, ottimizza le risorse, accorcia la filiera e garantisce lavoro trasparente. 
Un'agricoltura diversa da quella tradizionale strettamente connessa al mercato e proiettata al business, quella che "Made in rete" propone. Oltre a favorire progetti, questo sistema offre ai partecipanti assistenza e consulenza legale nella redazione e gestione dei contratti, una piattaforma informativa e una comunità professionale in cui vengono organizzati incontri formativi e informativi sul territorio e la normativa agricola.


Questo network permette alle aziende di mantenere la propria individualità, condividendo opportunità interessanti e coinvolgendo enti esterni, Ministeri, Università, Istituti di ricerca che sono spesso interessati al settore agroalimentare. 
"Made in rete" si propone poi di individuare gli interessi delle aziende nelle sedi istituzionali, elaborare studi e ricerche stipulando convenzioni con istituzioni pubbliche e private e favorire l’internazionalizzazione delle reti d’impresa.

Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.