Ultime Notizie

All’estero con la stessa tariffa telefonica italiana: da giugno 2017 stop ai costi di roaming

In viaggio per l’Europa con la tariffa dell’operatore di telefonia mobile nazionale, senza maggiorazioni sui costi dei principali servizi. È definitiva – deve solamente diventare esecutiva  la decisione della Commissione europea di modificare i prezzi di roaming destinati all’utilizzo dei dispositivi mobili: dal 15 giugno 2017 saranno eliminate definitivamente (nei mesi scorsi sono già state ridotte del 70 o 75%) le spese che vengono addebitate agli utenti finali per l’uso delle linee di operatori che gestiscono gli impianti nelle zone di destinazione. 



Un provvedimento per tutelare i consumatori che fino a qualche tempo fa al ritorno dall’estero dovevano fare i conti con addebiti piuttosto consistenti per chiamate, sms e connettività. Togliendo questo sovrapprezzo gli utenti potranno usufruire delle stesse condizioni previste dall’abbonamento o dal piano telefonico firmato nel Paese di residenza, rendendo così più vantaggiose e competitive le offerte proposte dagli operatori nazionali. È comunque prevista una clausola definita dell’uso equo che viene messa in pratica nel momento in cui l’uso della sim all’estero non sia limitato a un breve periodo: in tal caso, l’utente deve farsi carico delle spese di roaming. 
Il progetto della Commissione europea è stato sottoposto all’attenzione dei rappresentanti degli Stati membri che dovranno decidere se applicare le nuove disposizione nel territorio di competenza per garantire prezzi accessibili e migliorare i servizi offerti alla clientela.


L’euro-tariffa telefonica in vigore in questo periodo prevede delle soglie sulle maggiorazioni di roaming (tra 1 e 5 centesimi in base al tipo di servizio erogato) che non verranno più applicate dalla metà di giugno 2017.

Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.