Ultime Notizie

Chiesa, più diaconi e costante impegno nell’educazione e nell’assistenza

Continua il calo delle vocazioni in Italia e in Europa, ma la Chiesa cristiana può contare su un numero in aumento di diaconi permanenti che fanno della propria vita una testimonianza di fede e comunione con gli altri. 
Nelle scorse settimane sono stati diffusi i dati relativi alla situazione della comunità dei credenti nel mondo, un resoconto stilato dall’Agenzia Fides che permette di conoscere i dettagli che riguardano il clero e tutte le istituzioni benefiche, educative e di assistenza in cui gli operatori religiosi si occupano della cura delle anime e del sostegno alle persone più bisognose. 


Le informazioni raccolte in tutti i continenti si riferiscono al 2014 e forniscono un quadro particolareggiato del cambiamento in atto all’interno della Chiesa che deve affrontare molte sfide di ordine sociale ed etico – dall’accettazione delle unioni civili alle richieste di maggiore apertura verso omosessuali, divorziati e separati –, potendo contare su un numero sempre minore di seminaristi e sacerdoti. 
I cattolici nel mondo sono ancora in crescita (1.272.281.000), ma la cifra registrata nel 2014 è più contenuta di quella dell’anno precedente (+18.355.000) ed è aumentato anche il numero delle persone di questo credo religioso che ogni sacerdote deve seguire (3.060) con ovvie conseguenze sulle attività pastorali. 
Se in tutto il mondo ci sono più vescovi (+64), i sacerdoti sono invece diminuiti in zone come l’Europa (-2.564), l’America (-123) e l’Oceania (-86), mentre in Africa (+1.089) e Asia (+2.128) sono più numerose le persone che vogliono ancora avviarsi al sacerdozio.


A sostegno delle attività ecclesiastiche partecipano anche persone come i diaconi permanenti, una via di mezzo tra il laico e il sacerdote, che fanno della propria vita un esempio di carità: negli ultimi anni queste figure sono aumentate in tutto il mondo, raggiungendo le 44.566 unità. 
I giovani che frequentano le medie e le superiori e partecipano attivamente alla vita della parrocchia – definiti seminaristi minori - sono quasi 103mila in tutti i continenti, a testimonianza dell’impegno del clero ad avvicinare i ragazzi alla Chiesa; i seminaristi maggiori sono invece diminuiti di oltre 1.300 unità a causa della crisi delle vocazioni (complessivamente 116.939). 
Religiosi e missionari cattolici sono sempre in prima linea sia nel campo educativo, gestendo scuole di tutti gli ordini e gradi, che in quello della beneficenza e dell’assistenza con una rete di ospedali, dispensari e case di cura (molte in Africa), ma anche strutture per i disabili, orfanotrofi e centri di rieducazione sociale.

Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.