Ultime Notizie

Dormire meno aumenta il rischio di incidenti

Uno studio, condotto dal Dipartimento di Neuroscienze dell’Università di Genova, dall’Istituto di Sanità Pubblica dell’Università Cattolica di Roma e dalla CNH-Industrial Iveco, ha esaminato le abitudini di circa 950 autotrasportatori.
La ricerca assume una particolare rilevanza se si considera che nel 2015 in Italia, su 174.000 incidenti stradali (dati Istat), ben 12.180 sono stati quelli causati da autisti affetti da sindrome delle apnee ostruttive del sonno (OSAS), con circa 240 morti e 17.224 feriti accertati. Per questo motivo quest’anno un documento, approvato da Governo e Regioni, ha definito questa malattia un crescente problema.


I ricercatori hanno preso in esame la quantità di sonno desiderata e il numero di ore effettivamente dormite, così da calcolare il debito di sonno, cioè le ore che effettivamente mancano rispetto alle necessità psicofisiche di ciascun partecipante, tenendo conto di tutti i principali problemi relativi al sonno che influiscono sulla capacità di guida, come l’apnea notturna, la carenza cronica di sonno e la sonnolenza diurna.
Il risultato è sorprendente. Chi dorme non più di 6 ore a notte ha un rischio di incidenti raddoppiato, mentre chi dorme tre ore in meno triplica e per chi dorme 4 ore o meno a notte il rischio raddoppia del 400%. 



Il famigerato riposino del dopo pranzo aiuterebbe a contrastare questo fenomeno, solo però se di una durata di perlomeno venti minuti. Possiamo affermare a tutti gli effetti che, oltre a tutti gli effetti positivi che il sonno comporterebbe, dormire di più può salvarci la vita!
Dormire meglio, per vivere di più!

Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.