Ultime Notizie

Un mistico giardino del silenzio: gli haiku di Francesca Rita Rombolà

Un volumetto di poesie che non raggiunge le cento pagine. Un volumetto di poesie particolari perché le poesie contenute all'interno sono haiku. Una raccolta dal titolo "Tra le rocce di Ryoan-Ji" edito dalla Edizioni Thoth.it la cui autrice è Francesca Rita Rombolà. L'haiku, composizione poetica giapponese, semplice e allo stesso tempo profonda, dona alla poesia un senso di mistero ancora più marcato di quello che possiede per natura propria.



Come si presenta questo straordinario componimento poetico che viene da molto lontano? Come un'esortazione alla partecipazione della vita in tutto ciò che essa comporta, al godimento di un'ineffabilità mai interamente rivelata, per cui permette allora di intuire o percepire l'insondabile nei suoi principi-base. La struttura dell'haiku è di diciassette sillabe (5/7/5). Ed è proprio la potenza di questa struttura a consentire che l'oggetto della composizione venga inserito in un quadro che lo valorizzerà all'infinito. Vi è nell'haiku l'intrinsecità del "fuga", concetto giapponese che, in Occidente, può essere trasposto nel presupposto di un "gusto raffinato" o "spirito elegante" che trasfigura tutto in una meravigliosa sublimità inaccessibile all'intelletto. Le varie sette del buddismo zen, in Giappone, hanno saputo dare all'haiku un valore universale. E proprio da un famoso giardino in un tempio zen di Kyoto questo volumetto ha preso spunto per il titolo. Si tratta del giardino di Ryoan-Ji davvero unico al mondo perché non è un comune giardino dove vi sono dei fiori, delle piante e degli alberi. No, affatto. La sua bellezza e la sua unicità sono date dalla sabbia ondulata, che rappresenta simbolicamente le onde del mare, e dalle rocce sparse in cinque gruppi che forse rappresentano la semplicità, la nudità, la terra primordiale non ancora abitata dall'uomo e dove il protagonista assoluto sembra essere il silenzio con la sua intensità e la sua magia.


Un battito di ciglia o d'ala, la pioggia e il vento, il sole e la neve. Fuoco. Aria. Terra. Acqua. Profondità e mistero. Il Nulla racchiuso nella parola. Il vuoto espresso nel verso improvviso. L'attimo dischiuso dal respiro della notte, dal silenzio interiore, dal cuore e dalla mente rapiti e immersi nella quiete. 
Bisognerebbe camminare, a piccoli passi e senza fretta, tra le rocce e la sabbia del giardino di Ryoan-Ji per vivere un'esperienza del tutto nuova, esotica e davvero illuminante per la psiche e per lo spirito. L'haiku finale del volumetto forse può dare una vaga idea di tutto ciò.

Dimensioni nude
misterioso e infinito
il giardino del silenzio


Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.