Ultime Notizie

Influenza, come curarsi con le arance

Una delle paure più condivise da tutti, durante l'inverno, è quella di prendere l'influenza. Ogni anno milioni di italiani ne vengono colpiti e sono costretti a rimanere a letto. Anche quest'anno, come quasi ogni anno, l'epidemia influenzale ha avuto il suo picco massimo nel periodo festivo e fino ad oggi ha colpito circa due milioni e 486 mila persone, contando di colpirne ancora un milione e mezzo. Il dato rassicurante riguarda lo sviluppo di questa epidemia: i numeri della prima settimana del 2017 sono in calo rispetto a quelli dell'ultima settimana del 2016. Si è avuta una lieve diminuzione dei malati pari all'8,5%. Tra le varie cure per la sindrome influenzale c'è il cibo


Quante volte avrete sentito dire o avrete letto di assumere più vitamina C per combattere e prevenire i malanni stagionali e difatti, la vitamina C abbassa i livelli di istamina, composto organico che fa arrossare gli occhi e colare il naso, ha un forte effetto antiossidante e aiuta l’organismo nella produzione di collagene, la sostanza che tiene unite tra loro le cellule e che facilita la guarigione da ferite o tagli. La vitamina C è contenuta negli agrumi e in particolare nelle arance. Quest'ultime sono il frutto che caratterizza maggiormente l'inverno. Maturano in novembre e restano sulle nostre tavole fino alla primavera. Sono un concentrato di vitamine C, A e anche gran parte della vitamina B. Tra i vari benefici dell'arancia vi sono le proprietà antianemiche, il miglioramento della circolazione sanguigna e la prevenzione dei tumori del colon e del retto. 



Le arance si suddividono in
- arancia amara, si differenzia da quella classica proprio per il gusto amaro, è molto utilizzata nell’industria alimentare e farmaceutica. Il frutto intero viene utilizzato per preparare marmellate e frutta candita, la buccia invece è utilizzata per realizzare liquori o nel caso delle industrie farmaceutiche per la preparazione di vari digestivi e tonici. La scorza, per il suo elevato contenuto di sinefrina, sostanza simile all’adrenalina, è utilizzata nell’industria degli integratori alimentari, nella produzione dei “termogenici”, prodotti per il dimagrimento. Hanno una elevata digeribilità e, per il loro apporto calorico, il consumo di questo agrume dovrebbe essere indicato per una sana e corretta alimentazione; 
- arancia rossa, ha un vasto potere benefico, gradevole gusto e a sua volta si divide in due sottogruppi: 
  - pigmentate (tarocco, moro, sanguinello);
  - bionde (naveline, ovale, valentia). 


Le arance rosse contengono circa l’87% di acqua, pochi grassi e proteine, molti minerali (calcio, fosforo, potassio, ferro, selenio) e molte vitamine. L’acido citrico contenuto in esse svolge un’importante funzione nel corpo umano: è in grado di abbassare l’acidità delle urine e prevenire la formazione di calcoli renali. Grazie alla presenza dei numerosi antiossidanti, esse combattono le forme degenerative tumorali e danno "riparo" da angina, bronchite, malattie cardiovascolari, ipertensione, diabete, gengivite, obesità, emicrania, cefalea e reumatismi.


Valori nutrizionali dell’arancia

Arance [citrus aurantium] - Valori per 100 grammi: 
• Parte edibile: 80 g - 34 Kcal 
• Proteine animali: 0 g 
• Proteine vegetali: 0,7 g 
• Carboidrati: 7,8 g 
• Grassi: 0,2 g 
• Fibre: 1,6 g 
• Ferro: 0,2 mg 
• Calcio: 49 mg 
• Vitamina C: 50 mg 

Visti gli infiniti benefici dell'arancia, non posso che darvi un'idea dolce per mangiarla.


La ricetta: Biscotti all'arancia senza lievito 

Ingredienti 
1 uovo 
200 gr di farina 00 
100 gr di farina integrale 
120 gr di zucchero semolato o di canna
60 gr di burro fuso 
100 ml di succo di arancia 
scorza grattugiata di 1 arancia 
scorza grattugiata di 1 limone 


Procedimento
In una ciotola lavorate con un cucchiaio il burro fuso e lo zucchero. Unite a filo il succo di arancia ed incorporatelo del tutto. Procedete con la scorza del limone, dell'arancia e la farina. Lavorate con le mani fino ad ottenere un panetto liscio ed omogeneo, simile ad una frolla morbida. Se risulta troppo appiccicoso aggiungete dell'altra farina. Formate i biscotti prelevando del composto e appiattendolo tra le mani. Sistemate i vostri biscotti su una teglia leggermente infarinata ed infornate a 180° per 20-25 minuti, in forno statico e preriscaldato.

Questi biscotti sono ottimi per la prima colazione o per concedersi un salutare momento di relax.

Deborah Miali

Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.