Ultime Notizie

La verità sul caso Harry Quebert: una storia di amore e dolore

Marcus Goldman ha scritto il suo primo romanzo e tutto è andato a gonfie vele. La sua vita è cambiata, radicalmente e in modo netto. È diventato ricco. Ha cambiato casa, auto e abitudini. Purtroppo, malgrado sia lo spauracchio di tutti gli scrittori, anche di quelli datati, un grande blocco lo ha investito. Di fatto, benché racconti a tutti che non è così, sono quasi due anni che non riesce a mettere su nemmeno una riga. Nemmeno una piccola, insignificante riga. È rovinato, insomma. Il suo contratto con la casa editrice che si preoccupa di renderlo una star prevede altri cinque romanzi; il direttore gli sta con il fiato sul collo, lo chiama, lo desta, lo minaccia. Lui sostiene, sempre a pieni polmoni e con un po’ di arroganza – la tipica di chi arriva subito alla vetta –, che il nuovo capolavoro è in arrivo. Calmi, deve solo essere terminato. Con l’ansia di perdere quel primo posto nella società che tanto gli pare bello, si rivolge a Harry Quebert, suo vecchio professore. Proprio lui gli insegnò a scrivere – quel po’ di tempo prima che si ricorda sempre con un sorriso e un’espressione nostalgica – quando era solo una matricola prepotente e convinta che il mondo intero dovesse stare ai suoi piedi. Gli fece da padre, da amico, da mentore. Ora vuole che lo aiuti, che lo sblocchi, che – forse premendo un tasto? – lo liberi da quel macigno che minaccia di mandare la sua carriera all’aria. Harry Quebert, prima di diventare un professore universitario, è stato a sua volta uno scrittore di grande fama. È conosciuto e venerato in ogni dove. Ma ha un’aria triste, malinconica… non è mai riuscito ad amare. Poi un giorno lo scandalo. Aprendo un’anta del suo armadio alla ricerca di ispirazione, Marcus scopre che Harry, nel lontano 1975, ha avuto una grande, folle storia d’amore. Nola Kellergan. Aveva 15 anni, lui 34. Rimane sbalordito e disgustato. 15 anni. Come può aver amato una bambina? Quando Harry rientra in casa, una violenta litigata e una scoperta. Un’ulteriore scoperta. Nola, nell’estate del loro amore, il 30 agosto 1975, scomparve. Un enorme buco nero parve inghiottirla. Harry racconta questo, a Marcus: di aver conosciuto e perduto l’amore della sua vita. Di essere rimasto in quella grande casa nella cittadina di Aurora per aspettarla, per rivederla, per vivere di lei e con lei. Ma qualche giorno dopo il mistero si infittisce. Nel giardino di Harry alcuni giardinieri, chiamati per piantare delle ortensie, trovano resti umani. I resti della piccola Nola. Ma che è accaduto, in quell’estate peccaminosa? Marcus decide allora di scagionare il suo Harry, di spiegare al mondo la sua innocenza. 


E qui parte il libro… mille scoperte, mille tracce, mille ipotesi. Tutto ciò che si crede viene rivoltato come un calzino, tutto quello che si immagina sparisce, inghiottito dal nero dell’animo umano. Nulla è come sembra. Ma chi ha ucciso quella ragazza dai capelli biondi e la voglia di ballare? Chi ha ucciso quella bambina che ha insegnato a Harry Quebert ad amare davvero? 
Il mistero si infittisce, pagina dopo pagina e fino alla fine. Non c’è modo di sapere come sarà andata se non dirigendosi, con paziente premura, all’ultima riga. Una continua sorpresa, una continua battaglia per capire fin dove arriva.


C’è l’amore, quello puro e vero che dà senso alle nostre giornate.
C’è l’odio e c’è la vendetta.
C’è l’imperfezione e c’è la malattia.
C’è l’invidia e c’è l’ambizione.
C’è un mondo intero; c’è un crogiolo di sentimenti e emozioni, di dolori e rassegnazioni, di paura e rimpianti. 
Si arriva troppo in fretta alla fine, malgrado siano quasi 800 pagine. In ognuna di esse abbiamo sognato, abbiamo ipotizzato, abbiamo immaginato. Alla fine ci sembrerà quasi di dover lasciare la mano ai nostri personaggi preferiti. 
Ma vedremo Nola, quella dolce ragazza che altro non fece che cercare di sopravvivere in questo mondo imperfetto. E ci sembrerà di vederla ballare e cantare, quella piccola e incompresa bambina, mentre pronuncia il nome del suo amore. Harry. 

Scheda del libro
TITOLO: La verità sul caso Harry Quebert
AUTORE: Joël Dicker
PAGINE: 770
CASA EDITRICE: Bompiani
ANNO: 2016

Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.