Ultime Notizie

Sparatoria in una moschea a Quebec City, sei morti

Una sparatoria è avvenuta ieri sera all’interno di una moschea a Quebec City in un momento di preghiera. Sei persone sono rimaste uccise, tra cui l’imam, e altre otto sono rimaste ferite. L’età media delle vittime è tra 35 e i 60 anni. Nella moschea a pregare erano presenti anche diverse donne con bambini.
Due i sospettati della strage arrestati dalla polizia, anche se il colpevole sembra essere una persona sola, il franco-canadese Alexandre Bissonnette, 27 anni. L’altro ragazzo sarebbe stato solo sentito come testimone e al momento si trova a piede libero. Alcuni feriti, ricoverati al centro ospedaliero universitario Laval, sono ancora in condizioni critiche. Altre cinque persone ferite si trovano in terapia intensiva all’Hôpital de l'Enfant-Jésus di Quebec City, due di queste sono in condizioni stabili mentre altri tre hanno riportato ferite tali da essere in serio pericolo di vita.



I motivi del gesto non sono ancora noti, ma la polizia sta indagando per far luce sull’accaduto. Tutta la comunità si è stretta intorno ai famigliari delle vittime. Una città, nella quale, sono sempre convissute bene le diverse etnie e religioni e c’è sempre stata pace e rispetto reciproco.
Non è il primo atto di intolleranza contro gli islamisti: l’estate scorsa era stata lasciata una testa di maiale all’ingresso del centro culturale islamico del Quebec.


Il primo ministro Trudeau ha ricevuto le condoglianze dalle diverse autorità mondiali, tra cui il nuovo presidente statunitense Trump che gli ha assicurato il massimo appoggio.

Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.