Ultime Notizie

Approvata la Turing Law, basta condanne per gli omosessuali nel Regno Unito

Svolta storica in Gran Bretagna, dove è stata finalmente approvata dalla regina una legge che non condanna più gli omosessuali al carcere o, peggio ancora, come in passato alla pena di morte. La legge prende il nome da Alan Turing, noto e grande matematico, che si suicidò a soli 41 anni proprio per la vergogna di essere gay e per essere stato condannato alla castrazione chimica per atti sessuali con un 19enne, considerati negli anni '50 dei veri e propri atti indecenti.


Questa norma vuole essere un risarcimento per tutti quelli che sono stati condannati negli anni solo per l’orientamento sessuale, si parla tra le cinquantamila e centomila persone e ovviamente coloro che sono deceduti sono automaticamente perdonati. Il più noto e sicuramente passato alla storia è lo scrittore irlandese Oscar Wilde che fu condannato per omosessualità e dovette rifugiarsi in Francia per evitare la prigione. Un modo anche per togliere la condanna inflitta a quanti l’hanno subita e sono stati trattati alla stregua di criminali senza esserlo. L’unica clausola è che i rapporti sessuali tra due persone dello stesso sesso siano consenzienti e non con minorenni. 


Gli ultimi uomini a essere condannati a morte per il reato di omosessualità furono James Pratt e John Smith nel 1835. 
Un'etichetta che molte persone si sono portate per tutta la vita e che sicuramente è stato un danno a livello psicologico prima ancora che fisico. Questa svolta dovrebbe veramente far riflettere sulle differenze e non più condannare una persona solo perché diversa e portarla a vergognarsi di cose per cui non ha nessuna colpa.

Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.