Ultime Notizie

Furti e aggressioni minacciano la sicurezza degli italiani

Usare un'arma in caso di pericolo è legittima difesa? Il 22% degli italiani propende per il sì, mentre il 10,9% esclude del tutto questa possibilità. Il 41,3%, afferma che, sentendosi minacciato, potrebbe arrivare a prendere in mano una pistola e a premere il grilletto. La restante parte pensa che non ne farebbe uso nemmeno se vessato. 


Sono alcuni dei dati che emergono dall'indagine dell'Eurispes sulla sicurezza in Italia, un quadro che mette in evidenza il bisogno crescente della popolazione di sentirsi tutelata da aggressioni e furti. Secondo lo studio, rispetto a otto anni fa, tra gli italiani è aumentata la paura di essere vittima di reati per via della mancanza di lavoro e delle problematiche sociali. In molti ritengono poi che la crisi economica favorisca la criminalità e che le sanzioni per chi commette violazioni alle norme siano poco severe; anche la presenza degli immigrati è considerata dal 12,5% degli intervistati un motivo per cui sentirsi meno sicuri e temere per appropriazioni indebite e violenze. Quasi la metà delle persone coinvolte nell'indagine ritiene che chi viene rapinato o malmenato nel proprio negozio e nella propria casa abbia diritto di reagire senza finire in prigione (42,7%), una percentuale di poco superiore (48,5) pensa che la punizione debba tenere conto del pericolo corso dalla vittima. 


Gli intervistati sostengono, infine, che per garantire maggiore sicurezza e ordine pubblico sia necessario un costante monitoraggio del territorio da parte di Polizia e Carabinieri e pene adeguate ai reati commessi. 

Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.