Ultime Notizie

I disturbi muscolari e una corretta alimentazione

Quante volte attribuiamo il mal di schiena e i disturbi cervicali ad una scorretta postura o a fattori di sovraccarico? È vero, sentire parlare di alimentazione può sembrare banale, ma come si può esser sicuri che una corretta alimentazione non possa essere alla base del percorso di guarigione? 


Almeno una volta nella vita tutti abbiamo detto o pensato "il dolore al collo è legato alla postura alla scrivania” oppure “ho mal di schiena perché sto seduto male“, in realtà nella maggior parte dei casi esami approfonditi hanno rivelato che il problema era un metabolismo mal funzionante. In poche parole, il cibo che mangiamo si trasforma in energia per i muscoli, e se l'alimentazione è di bassa qualità, i muscoli saranno di gran lunga più predisposti a problemi. 
Che l’alimentazione sia un tassello fondamentale per la nostra salute lo sappiamo già, quello che però a volte può sfuggire è come abbia un ruolo cruciale anche in problematiche che apparentemente sembrano collegate ad altri problemi, come per l'appunto i dolori cervicali ed il mal di schiena. Anche la dieta che seguiamo, può essere causa dei problemi muscolari.




1. La vicinanza dell’intestino alla colonna lombare
L’intestino poggia e si ancora saldamente alle vertebre della parte bassa della schiena. Se non lavora bene (perché spesso infiammato o costipato) aumenterà il volume dell’intestino stesso, che andrà a schiacciare i tessuti circostanti, tra cui anche i muscoli dorsali e lombari.

2. La vicinanza dello stomaco alla colonna dorsale
Lo stomaco è fortemente legato al diaframma ed ai muscoli della zona scapolare. Se è sempre contratto o infiammato, rifletterà la sua condizione in zona scapolare (spesso la sinistra).

3. La disidratazione
I muscoli sono fatti al 70% di acqua, e se non beviamo abbastanza cosa succede? Facile, il corpo potrebbe prelevare l’acqua che gli serve dai tessuti che ne sono più ricchi: cervello, muscolo, sangue, ed indovinate da dove attinge? Dal muscolo, che è il tessuto più sacrificabile. Secondo degli studi, l'assunzione ideale di acqua in una giornata va dal 3 al 5% del nostro peso corporeo. Ad esempio, un uomo di 70 kg dovrebbe assumere dai 2 ai 3,5 litri di acqua al giorno.

4. L'infiammazione
La maggioranza dei cibi che utilizziamo tende ad aumentare l’infiammazione del nostro organismo in quanto alimenti poco naturali e bisognosi di processi chimici impegnativi per essere digeriti. I cibi che più provocano infiammazione sono i cereali raffinati (pasta e pane bianco), affettati, insaccati e formaggi. Quasi banale dire che i cibi antinfiammatori sono frutta e verdura, vero? Eppure è così, se la dieta seguita è prevalentemente “infiammatoria”, ci troviamo in una condizione in cui il rischio di incorrere in dolori muscolari è del tutto più alto.

Cerchiamo di capire bene la differenza tra vegetarianismo e veganismo: i vegetariani non mangiano alimenti derivati dalla morte di esseri viventi, i vegani non mangiano alimenti derivati dalla morte di esseri viventi né tantomeno che abbiano minimamente a che fare con essi (uova e latticini). Vi propongo una delle ricette più indicate per un'alimentazione corretta: polpette vegane alle melanzane, ottime anche per chi, come me, non segue nessuna delle due “correnti mangerecce”.

LA RICETTA

Ingredienti
- 2 melanzane grandi
- Sale e pepe
- Mix di odori (aglio, olio e peperoncino)
- Pangrattato q.b.
- Olio e.v.o. 

Procedimento
Tagliate a dadini le melanzane e soffriggetele con un filo di olio in una pentola. Fate cucinare a fiamma bassa e se necessario aggiungete dell’acqua. Quando la cottura sarà completa, versatele in uno scolapasta finché tutto il liquido in eccesso non sarà uscito.
Unitele in una coppa con il pangrattato e un pizzico di mix (generalmente lo compro al mercato ortofrutticolo, ma lo trovate sicuramente anche al supermercato). Salate e pepate a piacere. Il composto dovrà risultare omogeneo, leggermente appiccicaticcio e ben compatto. Formate le polpette e passatele nel pangrattato. Cuocete in una padella antiaderente con un filo di olio e servitele calde.

Deborah Miali

Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.