Ultime Notizie

La Casa-Museo ‘Stanze al Genio’, un prezioso gioiello alla Kalsa



Nell’antico centro storico di Palermo sorge oggigiorno uno degli scrigni museali più belli da visitare: le Stanze al Genio. In questa vera e propria Casa-Museo il visitatore può ammirare le oltre 4.900 maioliche, dipinte tra il XVI e il XX secolo, esposte nell’antico Palazzo Torre Pirajno. 



















(foto tratta dal sito dell'associazione:  http://www.stanzealgenio.it/)
Tutte le pareti dell’abitazione sono letteralmente ricoperte dalle mattonelle e risplendono nelle 8 sale suddivise in base all’epoca di riferimento e alla provenienza geografica. Il Palazzo è arricchito da una modesta collezione composta dalla cancelleria dell’epoca, scatole di latta (boîtes in francese, buatte in siciliano), vecchi giocattoli e opere realizzate in ceramica di età contemporanea. 













(foto tratta dal sito dell'associazione:  http://www.stanzealgenio.it/)

Il Signor Pio Mellina, attuale proprietario della dimora, sostiene che le maioliche sono, un po’ come per gli affreschi, frutto del geniale lavoro artigianale spesso considerato di categoria B. Da piccolo iniziò la sua collezione che da qualche anno tra trovato un’egregia esposizione nella sua casa-museo. 


















 (foto tratta dal sito dell'associazione:  http://www.stanzealgenio.it/)

Nel lontano 2008 nasce l’Associazione Culturale ‘Stanze al Genio’ con lo scopo di valorizzare e rendere fruibile a tutti un vero e proprio corpus d’arte hand-made. Il viaggio alla scoperta delle mattonelle comincia con la sala d’ingresso in cui si possono ammirare le maioliche liberty e decò partenopee dipinte tra il XIX e il XX secolo brillanti ma di piccole dimensioni. La seconda sala è chiamata ‘neoclassica’ per via dello stile settecentesco in esso conservato. Il pavimento ottocentesco, naturalmente napoletano, è in rosa e nero.

L’edificio costruito tra il 1500 e il 1600 appartenne prima alla famiglia Fernandez di Valdes per poi nel 1700 passare alla famiglia Torre e Benso. Senza alcun dubbio può essere classificato come uno dei musei ‘artigianali’, nel senso più alto del termine, più affascinanti del capoluogo. 

Maria Carola Leone

Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.