Ultime Notizie

Primi effetti della Legge 166/16: riduzione degli sprechi in cucina e maggiore richiesta delle family bag

Diminuzione degli sprechi e maggiore diffusione della family bag sono alcuni dei risultati raggiunti con l'introduzione della Legge 166/16. Coldiretti ha realizzato in collaborazione con Ixè un'indagine per conoscere i comportamenti degli italiani dopo l'attuazione della direttiva: sempre più persone decidono di non lasciare nel piatto gli avanzi del ristorante, ma di portarli via per riutilizzarli a casa, evitando così che finiscano nella pattumiera. 


Secondo la rilevazione, nel 2016 la maggior parte degli italiani ha messo in atto una serie di provvedimenti per ridurre la quantità di cibo che quotidianamente viene buttata, in molti hanno evitato di eliminare le pietanze preparate, mentre una percentuale ridotta ha aumentato gli sprechi. Tuttavia è proprio dalle case che esce la quantità più rilevante di rifiuti alimentari (si parla di 145 chili annui per famiglia) e, in misura minore, dalla ristorazione e dai settori della produzione industriale e dell'agricoltura. A livello domestico vengono però ancora preparate ricette che prevedono il recupero dei cibi avanzati, molto comuni nella cucina povera e tradizionale. La ribollita toscana, i canederli trentini, la pinza veneta o la frittata di pasta, solo per citarne alcuni, sono quelli che si definiscono piatti antispreco, gustosi e sempre più spesso inseriti nei menù di chef che cercano di valorizzare l'enogastronomia del proprio territorio. 
Coldiretti fornisce dei suggerimenti anche sui metodi per non sprecare la frutta, ad esempio cuocerla per trasformarla in marmellata, caramellarla o farne una macedonia. 


Con la legge 166/16 locali e aziende che operano nella distribuzione delle vivande hanno dovuto fornirsi dei contenitori che permettano l'asporto degli avanzi di cibo per soddisfare le richieste della clientela: un italiano su tre chiede la family bag, mentre il 22% preferisce per motivi diversi non farne uso. La pratica riguarda anche le bottiglie di acqua e di vino non finite che possono essere portate via, dopo averlo chiesto al personale del locale. 
Coldiretti, in linea con le direttive governative, ha creato l'agribag antispreco, delle vaschette richiudibili in distribuzione nei mercati, nelle fattorie e nel circuito dei produttori dell'associazione di rappresentanza.

Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.