Ultime Notizie

Sul sonno e sulla sua qualità

Quanto e come dormite? Siete nottambuli – di quelli che nella notte la mente si sveglia e dormire è un miraggio – oppure dormite come ghiri da appena posate la testa sul cuscino alle prime luci dell’alba? Soprattutto, quanto impiegate ad addormentarvi? 


Uno dei parametri del “buon sonno”, il sonno cosiddetto di qualità, è proprio il tempo impiegato a precipitare nei sogni. In particolare, la statunitense National Sleep Foundation, che promuove la salute e il benessere proprio sulla base del sonno, ha individuato altri punti, oltre a quello già visto, affinché si parli di un sonno buono, un sonno salutare. Dormire per l’85% del tempo trascorso a letto; non svegliarsi più di una volta per notte; addormentarsi in 30 minuti o meno. Eccole, le regole che fanno la differenza, quelle che sono utili per la salute e il benessere di un individuo. È risaputo, infatti, che il sonno sia collegato a tutto… memorizzazione, concentrazione, felicità, soddisfazione, vitalità. Tramite questi punti, si può analizzare la qualità del proprio sonno – tutto questo per poter, di fatto, migliorare la propria vita. Maurice Ohayon, direttore dello Stanford Sleep Edpidemiology Research Center, è chiaro, su questo: con questa iniziativa ci si avvia in un cammino per una definizione migliore di salute del sonno.



Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.