Ultime Notizie

Confermato raid statunitense anti-Al Qaeda in Siria

Da Washington è arrivata la conferma di un raid anti-Al Qaeda in Siria, nella provincia di Idlib, molto popolosa e da tempo nel mirino della coalizione internazionale per i numerosi covi di terroristi presenti sul territorio; nel raid sarebbero stati uccisi parecchi militanti dell'organizzazione terroristica, e forse anche alcuni dirigenti.



Tutta la Siria è sotto i bombardamenti
Quello di ieri è uno dei primi interventi statunitensi in Siria da quando Trump ha deciso di impegnare direttamente le truppe speciali in prima linea in Siria contro il terrorismo internazionale. Lo scopo è del maggiore interventismo statunitense è quello di sgominare definitivamente le organizzazioni terroristiche come Al Qaeda e il sedicente Stato islamico e avere un ruolo chiave nel determinare il futuro assetto politico ed istituzionale della Siria una volta terminato il conflitto.
In Siria proseguono i bombardamenti anche nella zona di Aleppo, già duramente martoriata dalla guerra, e nell'ultimo raid aereo sarebbero almeno 42 le persone che hanno perso la vita in seguito alla distruzione di una moschea.


I soccorritori sono arrivati prontamente sul posto e si sono prodigati per tirare fuori dalle macerie i corpi delle vittime e i sopravvissuti che hanno ricevuto assistenza sul posto prima di essere portati nelle strutture sanitarie della zona per ulteriori cure.
Si continua a combattere anche nella zona di Palmira; la città storica è stata liberata dai miliziani islamisti nel 2015 grazie ad azioni congiunte dell'esercito regolare siriano e di quello russo, per poi essere ripresa da questi ultimi nel 2016 e poi di nuovo liberata nelle scorse settimane.
L'area intorno a Palmira è molto ricca di gas naturale che fa gola agli islamisti che lo rivendevano sul mercato nero per finanziare le loro azioni criminose ed è un importante snodo per le comunicazioni, per questo è da sempre oggetto di attenzione da parte delle forze siriane e anche della coalizione internazionale a guida statunitense.

Mentre infuriano i bombardamenti quello siriano si è guadagnato il ben poco invidiabile primato come una delle guerre che hanno mietuto più vittime; fino ad oggi sarebbero almeno 320mila i civili che hanno perso la vita in questi sei anni di combattimenti. 

Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.