In crescita il numero degli Enti pubblici che accetta pagamenti elettronici - Prima Pagina on line

Prima Pagina on line

L'informazione come unico grande bisogno

Post Top Ad

In crescita il numero degli Enti pubblici che accetta pagamenti elettronici

Share This
Amministrazioni sempre più digitali con PagoPA, il sistema che consente agli utenti di pagare i servizi pubblici on line. Questa piattaforma è attiva da oltre un anno ed è stata scelta da Enti, Istituzioni e Università che hanno così semplificato le procedure di trasferimento del denaro. 


PagoPA è cresciuto nell'ultimo anno, tanto che 10mila amministrazioni hanno aderito al progetto attivando almeno un servizio di pagamento: alla fine del mese di gennaio si potevano contare 15.292 Enti pubblici aderenti alla piattaforma.
Anche Istituti educativi, Camere di Commercio e realtà come Inail, Inps, Equitalia, Consip e Aci utilizzano questo sistema che garantisce sicurezza e trasparenza nei trasferimenti di denaro. I numeri forniscono un quadro preciso dell'uso di PagoPA, progetto a cui hanno aderito 8.404 scuole, 2.075 tra Comuni e altri enti locali, 14 Regioni e Province autonome, 6 dicasteri, 28 università e 122 CCIAA. Hanno da poco attivato un servizio sulla piattaforma anche le Regioni Puglia e Basilicata, il Ministero dell'Ambiente, le Università Bicocca e quella di Venezia e l'amministrazione comunale di Palermo.


Dal momento dell'attivazione, su PagoPA i movimenti di denaro sono stati più di un milione e, nel solo mese di gennaio, si è registrato un incremento del 300% delle operazione rispetto al dicembre scorso (439.392 operazioni). 

Post Bottom Ad

Pagine