Ultime Notizie

L'appello di Coldiretti: "Favorire le attività turistiche nelle zone terremotate"

La ripresa delle zone colpite dal sisma passa anche per il rilancio del turismo. Questo settore risente particolarmente della crisi post terremoto, tanto che i soggiorni nelle regioni del centro Italia, in particolare negli agriturismi, sono diminuiti di oltre il 50%. 


Negli ultimi mesi gli unici clienti che hanno alloggiato nelle strutture ricettive collegate a un'attività agricola nelle aree terremotate sono stati gli operatori che stanno lavorando per ricostruire e e riportare la situazione alla normalità. Danni agli edifici, difficoltà a promuovere il territorio dopo una calamità e i disagi causati dai problemi a trasportare i prodotti hanno limitato il lavoro negli agriturismi e la vendita di specialità tipiche locali ai pochi turisti che hanno raggiunto le regioni interessate dal disastro naturale. 
La mancanza di movimenti di incoming nelle zone colpite dal sisma ha dato un duro colpo al settore dell'accoglienza, ma ha anche bloccato le attività di trasformazione dei prodotti caseari e delle colture che in genere sono in vendita negli agriturismi. La situazione resta difficile anche nelle aree in cui non si sono avvertite le scosse di terremoto. 


La Coldiretti, da sempre attenta alle esigenze degli agricoltori e di coloro che si occupano del mantenimento e dello sviluppo del territorio, ha proposto di rendere deducibili dalla dichiarazione dei redditi le spese per eventuali soggiorni turistici nelle zone terremotate: un'idea che potrebbe incentivare i visitatori a recarsi in queste regioni, favorendo i consumi e quindi creando nuove opportunità di crescita per l'economia locale.

Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.