Ristrutturazioni edilizie, previste detrazioni fino alla fine dell'anno - Prima Pagina on line

Prima Pagina on line

L'informazione come unico grande bisogno

Post Top Ad

Ristrutturazioni edilizie, previste detrazioni fino alla fine dell'anno

Share This
Sgravi fiscali per chi ristruttura uno stabile o acquista mobili ed arredamenti per gli edifici sistemati. È stata prorogata al 31 dicembre la scadenza per richiedere la detrazione Irpef del 50% sui lavori di recupero di vecchi stabili e definite le linee guida per gli interventi per adeguare case e palazzi alla normativa antisismica. 



Le disposizioni sono contenute nella legge di bilancio di quest'anno e sono finalizzate a favorire i progetti che prevedono delle opere di miglioramento di stabili ed edifici, presentando spese per un massimo di 96mila euro. La detrazione potrà essere richiesta per interventi realizzati dal 6 giugno del 2013 alla fine del 2017, seguendo le indicazioni riportate sulla guida "L'Agenzia informa" scaricabile dal sito dell'Agenzia delle Entrate. 
Anche i mobili e gli elettrodomestici comprati nelle stesso periodo rientrano nell'agevolazione fiscale, soprattutto quelli di classe energetica A+, o A per i forni. Se l'acquisto è stato effettuato quest'anno deve però fare riferimento a una ristrutturazione edilizia iniziata a partire dall'1 gennaio 2016.


Per l'antisismica potranno essere richieste detrazioni per lavori realizzati tra il gennaio di quest'anno e il 31 dicembre 2021: le opere devono essere eseguite in zone a rischio di terremoto (contrassegnate dai numeri 1, 2, 3) e avere un importo pari a 96mila euro. Lo sgravio fiscale potrà essere tra il 70 e l'85% in base al tipo di edificio (condominio o stabile autonomo) e alla riduzione del pericolo derivante dai sismi con un conseguente passaggio a una classe di rischio inferiore. 

Post Bottom Ad

Pagine