Ultime Notizie

Chios, la situazione insostenibile dei profughi

La piccola isola greca di Chios ospita sul suo territorio ben due campi profughi che accolgono sopratutto cittadini siriani in fuga dalla guerra, arrivati in Europa passando dalla Turchia.


Vite in attesa di una risposta
Le condizioni di vita nei campi sono ormai al limite della sopportazione umana: manca tutto e non ci sono abbastanza cibo e medicinali per tutti, senza contare la totale mancanza di scuole. Per gli abitanti dei campi le giornate sono scandite dalle code per il ritiro dei moduli per la domanda di asilo ma i tempi della burocrazia sono molto lenti e aspettare una risposta è snervante per tutti.
Il sindaco di Chios è a corto di fondi e sta chiedendo inutilmente al governo greco di aiutarlo nella gestione dei campi che diventano ogni giorno più onerosi nonostante il supporto di organizzazioni non governative, impegnate soprattutto nella preparazione e distribuzione dei pasti.
Mancano in modo particolare medici e infermieri in grado di fare fronte alle malattie che inevitabilmente proliferano in un ambiente affollato e malsano; si registrano anche liti e accoltellamenti. Nei campi convivono persone di diverse etnie che mal si sopportano e gli scontri sono all'ordine del giorno; la situazione è davvero insostenibile anche perché gli ospedali sono lontani e mal attrezzati.
Il sindaco ha spiegato all'emittente Euronews: “Sarà il bel tempo o ci saranno dietro ragioni politiche. Non mi interessa conoscere le motivazioni, so che quanto sta accadendo è duro per gli isolani e anche per i profughi. Non posso biasimare la Turchia, né lamentarmi per quanto sta facendo. La Turchia è uno Stato indipendente e agisce da sola, noi qui in Europa dovremo piuttosto fare la nostra politica”.
In Turchia i controlli sono severissimi e molti che tentavano via mare di raggiungere la Grecia sono stati fermati e arrestati prima che potessero intraprendere la traversata, anche se alcuni sono riusciti a scappare.

Da quando Unione Europea e Turchia hanno stretto un accordo per limitare il flusso migratorio il numero di sbarchi in Grecia è diminuito sensibilmente, ma negli ultimi giorni si è registrato un aumento dei migranti e questo vuole dire che la soluzione al problema migratorio ancora lontanissima. 

Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.