Ultime Notizie

Combattere la nicturia diminuendo il sale a tavola

Cos’è la nicturia? Be’, se vi alzate tutte le notti per urinare, ne soffrite. Rovina il sonno, come è facilmente comprensibile… Durante la notte si dovrebbe accumulare un certo numero di ore di riposo assoluto, senza risvegli di alcun genere, affinché la mattina dopo ci si possa alzare svegli e pronti, ma tutto ciò non è possibile quando è presente questo disturbo.


Ci si alza dal letto già stanchi, con la sensazione di non aver dormito: testa pesante, scarsa concentrazione, memoria che vacilla, nervosismo e isteria saranno i compagni del nuovo dì. La nicturia, molto diffusa tra gli over 60, non è rara neppure tra i giovani. Ora, per prima cosa escludiamo le cause patologiche che la provocano – menopausa, gravidanza o assunzione di diuretici – e poi scandagliamo le cause di questo disturbo. 
Alla Nagasaki University, un team di ricercatori ha evidenziato la relazione tra l’eccessivo sale presente nella propria dieta e il disturbo notturno. Matsuo Tomoshiro, uno degli autori dello studio, ha affermato che la nicturia è un problema grave per molti; ecco l’importanza di averne, per la prima volta, identificato le cause. 


Ben 321 persone, divise in due gruppi, sono state analizzate per giungere a questo risultato. Al primo gruppo è stato chiesto di diminuire il sale nei cibi. Le gite in bagno sono sensibilmente diminuite (da 2,3 a 1,4 volte per notte). Al secondo gruppo è stato chiesto di aumentarlo. Viceversa, il numero di gite in bagno è aumentato (da 2,3 a 2,7 volte per notte). Urinare è il solo modo che ha l’organismo di smaltire il sale in eccesso, ecco spiegati i motivi. 
L’OMS (Organizzazione mondiale della sanità) raccomanda di usare meno di 5 grammi di sale al giorno; in media, ne assumiamo almeno un terzo in più.

Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.