Ultime Notizie

Oli lubrificanti, in Italia se ne recupera il 95%

L'Italia si distingue a livello europeo nella rigenerazione degli oli usati, riuscendo a recuperare il 95% dei prodotti provenienti dalle vetture e dalle industrie e a trasformarli in basi lubrificanti impiegate soprattutto nei motori e nei macchinari di produzione.



Un dato positivo che ha permesso al Belpaese di raggiungere in anticipo uno degli obiettivi prefissati dall'Unione europea in materia di recupero dei prodotti industriali, la rigenerazione di almeno l'85% degli oli usati. Le disposizioni comunitarie hanno posto come limite il 2025, anno in cui anche i paesi che finora prediligono la combustione dei lubrificanti per la creazione di energia termica, dovranno passare alla rigenerazione. 
Una pratica, quella del recupero degli oli usati che ha inciso sensibilmente anche sul bilancio nazionale: in oltre un trentennio l'Italia ha risparmiato 3 miliardi sulle importazioni di petrolio.


La trasformazione di quasi la totalità dei lubrificanti ha permesso al Consorzio obbligatorio degli oli usati e a un'azienda leader del settore di farsi conoscere dalla Commissione europea: il 24 aprile i rappresentanti di queste due realtà saranno a Bruxelles per presentare il proprio operato e incentivare anche paesi come Germania, Francia, Spagna e Regno Unito a rigenerare i lubrificanti. Recuperare gli oli industriali rientra nelle disposizioni che l’Europarlamento ha emanato con il pacchetto Economia circolare: con questa normativa l'Unione europea ha stabilito le nuove linee guida per la gestione dei rifiuti e delle imprese. 

Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.