Ultime Notizie

Emmanuel Macron, il più giovane presidente francese di sempre

Il mandato del nuovo presidente francese inizia già con un record, Emmanuel Macron è il più giovane presidente nella storia del Paese, a soli trentanove anni si trova direttamente all’Eliseo. Il più giovane fino ad oggi era Luigi Napoleone Bonaparte, il futuro Napoleone III che fu eletto a 40 anni. Macron è stato eletto con il 65,8% dei voti contro il 34,2% della Le Pen. Si è registrato un calo delle affluenze alle urne e un aumento dell’astensionismo.
Le prime parole del neopresidente davanti al Louvre sono state: “La Francia e il mondo si aspettano da noi la difesa dello spirito dei lumi, ovunque. Vi servirò nel nome del nostro motto: eguaglianza, fraternità e libertà, vi servirò sulla base della fiducia che mi avete attribuito, vi servirò con amore, viva la Repubblica, viva la Francia”. Questo il suo primo discorso alla nazione dopo l’elezione. Sul palco anche la nuova première dame Brigitte a salutare la folla.
Il presidente proviene da un partito a sé stante diverso dai quattro grandi partiti francesi, da una sua creatura che si chiama En Marche !, una svolta nella politica francese. Macron ha partecipato per la prima volta ad una campagna elettorale e soprattutto non veniva dal mondo della politica, quindi una vittoria veramente strana e per certi versi fortunata.


La sua storia
Emmanuel Macron nasce ad Amiens nel 1978 e da subito sviluppa una grande passione per la letteratura. Tenta di entrare all’Ecole Normale Supérieure, che forma l’élite francese nella letteratura e nella scienza. Alla fine decide di iscriversi alla facoltà di filosofia e poi dopo la triennale si iscrive a Scienze Politiche. Qui entra nel mondo dell’ispettorato delle finanze. Nel 2011 il suo primo passo in politica diventando ministro dell’economia del presidente Hollande. Fonda successivamente il suo movimento En Marche !. Sua moglie e nuova première dame si chiama Brigitte ed è una sua ex professoressa di teatro, un’altra sua aspirazione era di diventare attore, ed ha vent’anni di più del marito.




Il suo programma politico
Macron è favorevole all’Europa e vuole accelerare il processo di integrazione europea, creando la carica di ministro dell’economia della zona Euro; vuole rafforzare i controlli alle frontiere e accorciare il processo per le richieste d’asilo questo riguardo il problema immigrazione e mantenere le leggi vigenti a tal proposito.
Un altro obiettivo è tagliare 60 miliardi di spesa pubblica, eliminando 120mila posti di lavoro nel pubblico nei prossimi cinque anni e rimodulare il sussidio di disoccupazione. Riguardo alla politica, taglierebbe un terzo dei parlamentari e propone di introdurre un limite di tre mandati per l’elezione a qualsiasi carica pubblica. Sul piano tasse ed commercio è favorevole a ridurle ed è favorevole agli accordi commerciali.

Ora l’Eliseo lo attende al varco e si vedrà effettivamente quello che realizzerà e ciò che rimarrà invece solo una promessa elettorale.

Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.