Ultime Notizie

Parco Vergiliano di Napoli, alla scoperta delle tombe dei poeti

Oggi facciamo due passi in un'altra città, sempre sul mare, ex capitale del Regno delle due Sicilie, la città del Vesuvio: credo si sia capito, oggi parliamo di Napoli e di un luogo in particolare della città.
Vi voglio parlare del Parco Vergiliano di Piedigrotta, da non confondere con il parco Virgiliano di Posillipo che è tutta un’altra cosa. Questo particolare parco si trova vicino alla stazione di Napoli Mergellina, quindi facile da raggiungere con la metropolitana, dietro alla chiesa di Santa Maria di Piedigrotta.

Tomba di Virgilio

Questo parco, aperto al pubblico nel 1930, contiene le tombe di due grandi poeti italiani, Virgilio, che ha una lunga storia con la città partenopea, e Giacomo Leopardi. La tomba di Virgilio è un cenotafio, un colombario di età romana dove si ritiene riposino le spoglie del poeta. Il mausoleo è in posizione elevata, all’imboccatura della Crypta Neapolitana e si raggiunge tramite una stretta scalinata nel tufo.


Tomba di Leopardi

L'altra tomba famosa, che si trova all’ingresso del parco, è quella del poeta di Recanati, Giacomo Leopardi, che visse a Napoli negli ultimi anni della sua vita. Egli morì di colera e rischiò di essere buttato in una fossa comune ma le sue spoglie furono tratte in salvo dal conte Ranieri e sepolte nella chiesa di San Vitale Martire a Fuorigrotta. Con la costruzione e l’apertura negli anni '30 del parco, i suoi resti vennero traslati qui, in una nuova tomba con un monumento. 


Sempre passeggiando per il parco, troverete un’altra cosa interessante, cioè la Crypta Neapolitana, che ho già citato in precedenza, un tunnel costruito in epoca romana dall’architetto Cocceio per collegare Piedigrotta a Fuorigrotta. Utilizzato per secoli, cadde poi in disuso; oggi le sue funzioni sono svolte dalle gallerie Laziale e Quattro giornate.

Crypta Neapolitana
In una delle lapidi presenti nel complesso si legge: “Mantova mi generò, la Calabria mi rapì, mi tiene ora Napoli; cantai i pascoli, le campagne e i comandanti”. Questa frase sancisce l’affetto e l’attaccamento di Virgilio per questa città e la sua volontà testamentaria di voler essere seppellito qui. Prima di lasciare il parco e concludere la visita, si possono fare due passi sulla terrazza panoramica con vista sul magnifico spettacolo che solo il golfo di Napoli sa regalare.

Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.